.

24 aprile 2018

10 tisane utili per la bellezza dei capelli.


Alcune tisane sono utili per la bellezza dei capelli, e possono essere applicate direttamente sui capelli bagnati e quindi risciacquate, oppure mischiate alle maschere per capelli per la realizzazione di impacchi nutrienti. I capelli risulterano più forti e luminosi e il cuoio capelluto più puro.

Le 10 tisane più efficaci per la bellezza della chioma sono:

Rosmarino: indicato per rendere più forte la chioma, favorisce la crescita, blocca la caduta e purifica il cuoio capelluto.

Tè verde: indicato per la crescita e per combattere l'effetto crespo.

Foglie di mora: combatte la caduta e fortifica la chioma. Dona lucentezza e combatte la porosità.

Origano: combatte la forfora.

Menta: combatte l'oleosità e purifica il cuoio capelluto.

Betula: indicato per accelerare la crescita dei capelli.

Camomilla: schiarisce i capelli biondi o castano chiari, oppure lucida i capelli scuri.

Cannella: stimola la crescita.

Tè nero: scurisce i capelli scuri e li lucida.

Borragine: Combatte la forfora e stimola la crescita.

Preparare una tisana ben concentrata, può essere conservata in frigo per 2 giorni.





Segue

Remember: Come avere un bucato perfettamente bianco e privo di macchie.


Ecco uno dei nostri post "remember" cioè quelli che servono per rinfrescare un po' alcuni consigli già dati precedentemente, eppure per fare un sunto di alcuni punti discussi in testi diversi.

Allora per avere un bucato più bianco avete bisogno di:

Percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo in polvere)
Bicarbonato
Sale grosso
Detersivo per il bucato fai da te o un detersivo ecocompatibile o biologico.

Inserire una pallina del bucato in cui avete messo gli ingredienti indicati, circa 1 misurino di ogni ingrediente più una certa quantità di detersivo per 5 kg di bucato.
Usare aceto bianco o aceto di mele al posto dell'ammorbidente.

Bucato ingiallito:

Ammollare i panni in acqua bollente, succo di limone e sale grosso per una giornata e quindi lavare a mano o in lavatrice.

Un altro ingredienti utile per donare brillantezza al bucato un po' ingrigito è l'alcol bianco o rosa.

Inserire nel cestello una pallina da bucato piena fino a circa la metà con alcol, quindi aggiungere il bucato e fare un lavaggio a freddo e senza centrifuga, quindi procedere con il lavaggio.
Segue

17 aprile 2018

Spray fai da te riflessante e illuminante per capelli chiari.


Questo spray serve per illuminare e donare dei riflessi ai capelli biondi e castano chiaro. Io non sono bionda ma castana media rossa, e quindi non ho fatto il test sono la mia chioma, però ho due cavie amiche bionde naturali (chiara e media scura) che si sono prestate per i test, alla fine loro hanno notato i capelli hanno guadagnato sia di luminosità che di ricchezza di riflessi.

Per lo spray avete bisogno di:

3 sacchettini di infuso di camomilla (o 100 gr di fiori e foglie freschi)
1 stecca di cannella
100 ml di succo di mela
50 ml di aceto di mele
1/2 cucchiaino di hennè neutro (cassia)
200ml di acqua minerale

Preparare un infuso con 200ml dia acqua bollente, camomilla e cannella, aggiungere il hennè, chiudere il pentolino e lasciare in posa per 1 ora.
Filtrare
Aggiungere aceto e succo di mele
Mescolare e versare in uno spruzzino
Lavare i capelli normalmente, spruzzarli con il preparato (la lunghezza dei capelli), asciugare.






Segue

Lifting fai da te alla papaya per una pelle più soda e luminosa.


Alcuni ingredienti naturali sono molto utili per fare con che la pelle del viso diventi soda e anche più luminosa.

La papaya è un rimedio naturale donato da madre natura, e i suoi effetti si sentono sia mangiando la frutta, che usandola per fare preparati casalinghi per la pelle. La papaya rende la pelle più fresca, giovane, con un bel colorito e anche più soda.

Per la vostra maschera avete bisogno di:

1 cucchiaio di polpa di papaya
argilla verde
olio di cumino nero
1 capsula di acido ialuronico (non è obbligatorio ma molto indicato)

Smacchiare o frullare per bene la papaya per ottenere il succo
Aggiungere 1/2 cucchiaino di olio di cumino nero
Aggiungere il contenuto di una capsula di acido ialuronico
Aggiungere argilla q.b per creare una crema morbida, aggiungere acqua se necessario.
Mischiare bene e applicare sul viso, lasciare in posa fino a completa asciugatura.
Lavare normalmente. Se per caso sentite che il viso "tira" un po' potete idratarla con un po' di crema specifica.

Se non trovate:

a) olio di cumino nero, potete usare olio di rosa mosqueta oppure germe di grano o vinacciolo
b)acido ialuronico: in farmacia ci sono le capsule a diversi prezzi.

Come argilla scelgo sempre la Argital perché mi trovo molto bene con questa casa e con i loro prodotto, l'argilla Argital è ricca di oligoelementi, ha un'ottima consistenza ed ha origini marine, però una qualunque argilla verde ventilata va bene.

-----------------------------------------------------------










Argilla Verde Ventilata 1000 gr Argital
Ordinalo sul Giardino dei Libri









Argilla Verde Ventilata Attiva 500 gr Argital
Ordinalo sul Giardino dei Libri









Argilla Verde Ventilata 2500 gr Argital
Ordinalo sul Giardino dei Libri










Capsule di acido ialuronico YALURPLUS
Ordinalo sul Giardino dei Libri
Segue

Eliminare i punti neri dal naso con allume di rocca


La pietra di allume di rocca è molto efficace per togliere o evitare la comparsa degli antipatici punti neri sul naso.

L'applicazione è molto semplice: bisogna aprire i pori con i vapori (potete usare un pentolino con acqua bollente, fare una doccia calda o usare un apposito apparecchio). Quindi strofinare il naso con la pietra, lasciare agire per alcuni minuti e quindi risciacquare.  Se avete molti punti neri potete sfogliare il naso con zucchero e succo di limone e quindi procedere con l'allume.

Ripetendo quest'operazione almeno 4 volte al mese il naso noterete che la pelle del naso diventerà man mano più liscia e uniforme.
Segue

11 aprile 2018

Proteina vegetale versus proteina animale, La miglior scelta per la salute


Uno studio realizzato da ricercatori dell'Università di Harvard, ha analizzato la tipologia delle proteine acquisite nella dieta, e le conseguenze delle fonti scelte alla salute dell'uomo. L'obiettivo della ricerca è quello di esaminare l'associazione tra l'assunzione di proteine vegetali o animali con il rischio di mortalità.

L'assunzione di proteine vegetali e animali è stata valutata con l'aiuto di questionari di frequenza alimentare regolarmente aggiornato. Le fonti di proteine animali considerate sono uova, latticini, carne rossa, carne bianca, pesce.

Dai 131.242 partecipanti con età media di 49 anni, la sostituzione della proteina animale di varie origini con della proteina vegetale è stata associata con la mortalità più bassa. L'indice di mortalità collegata al consumo della carne è stata rivelata in soggetti obesi o alcolisti.

Per quanto riguarda l'analisi dei soggetti diabetici la correlazione mortalità/proteine animali è diretta ed è alta, invece il collegamento mortalità/proteine vegetali è inversamente proporzionale, cioè molto bassa.

Un altro paragone fatto tra il consumo di proteine è stato la correlazione tra il consumo di proteine animali e la mortalità per malattie cardiovascolari, e l'esatto contrario quando le proteine scelte sono derivate dalle piante. Inoltre la peggior fonte di proteina animale è, secondo lo studio, la carne rossa trasformata.

La scelta della proteina è determinante per gli effetti sulla salute a lungo termine, e suggeriscono anche le piante costituiscono una fonte proteica da preferire rispetto agli alimenti di origine animale.

Al contrario delle proteine animali, quelle vegetali non sono associate all'aumento del tasso insulinico 1 livello 28, e sono state collegate ad una più bassa pressione arteriosa e ad una miglior sensibilità all'insulina, minor tasso di colesterolo cattivo, e minor incidenza di due tipi di diabete di due tipi e malattie cardiovascolari

Questo studio ha avuto come scopo consigliare il miglioramento delle fonti proteiche e hanno concluso che le proteine vegetali non provocano i danni causati dalla carne, e peggio ancora degli insaccati. Hanno seguito soprattutto pazienti che avevano almeno un vizio come alcol, sigarette ecc. I risultati dei cambiamenti sono stati molto positivi.

Lo studio completo potete trovarlo qui
Segue

30 marzo 2018

Come evitare che collo e polsini delle camicie si sporchino facilmente.


Il collo e i polsini delle camicie tendono a diventare gialli o marroncini se magari la persona che la indossa suda molto o ha la pelle particolarmente grassa.

Per evitare la formazione di aloni difficili da cancellare, prima della stiratura preparate un po' di acqua e amido (1 punta di amido per 50 ml di acqua), mischiare bene e applicare su collo e polsini smacchiati. Quindi stirare.

Ricordiamo che per smacchiare gli aloni potete strofinarli con sapone di marsiglia e dunque tamponare con acqua ossigenata 40 volumi, lasciare in posa per almeno un'ora e quindi lavare con il vostro detersivo biologico o ecocompatibile o detersivo fai da te e un po' di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo)
Segue

28 marzo 2018

Dolce, croccante o fresca : come rendere speciale una semplice insalata.



La verza tagliata finemente e i cubetti di mela arricchiscono ogni tipo di insalata. Ad esempio se volete aggiungere del radicchio, pomodori verdi e della rucola, potete addolcire l'insalata con mele e/o carota, se invece scegliete di utilizzare le verdurine più delicate come il lattughino, insalata iceberg, songino, valeriana ecc, allora potete utilizzare la mela verde.

La verza invece dona croccantezza e va bene con tutto, per rinfrescare la verza e per conservare il suo colore lucido basterà lavarla bene e quindi ammollare in acqua e succo di limone per alcuni minuti, e quindi risciacquare.

Potete usare il classico condimento a base di olio EVO, aceto e sale, oppure azzardare un pochino utilizzando del pepe nero, limone oppure del succo d'arancia.
Segue

22 marzo 2018

Capelli più morbidi con infuso di chiodi di garofano


I chiodi di garofano sono indicati per ammorbidire i capelli più secchi o che magari sono stati sottoposti a trattamenti aggressivi come decolorazioni, tiraggi ecc.

a) Tonico:

Bollire 200 ml di acqua e quindi aggiungere 10 chiodi di garofano
Lasciare in posa per almeno 1 ora
Passare sui capelli inumiditi
Lasciare in posa sui capelli per 30 minuti
Risciacquare

b) Complemento allo shampoo o al balsamo

In un barattolo versare 1 cucchiaio di shampoo o balsamo biologico in 100 ml di acqua, lasciare in posa per alcuni minuti e risciacquare.

c) Maschera idratante

Mischiare 20 ml di infuso di chiodi di garofano (preparare come in "a") e maschera biologica per capelli q.b per preparare un composto omogeneo. Potete aggiungere dell'olio di jojoba e/o burro di karitè per arricchire la maschera. Posa per 30 minuti. Lavare normalmente.

d) Acidificante per capelli

Molto utile dopo la colorazione o per combattere la porosità sui capelli. I capelli porosi sembrano aridi e vecchi e a volte fanno un effetto stoppa.

200 ml di infuso di chiodi di garofano
300 ml di aceto di mele
Mischiare e lasciare in posa per 24 ore

Ad ogni lavaggio aggiungere 2 o 3 cucchiai della miscela in 1 litro d'acqua. Versare sui capelli appena lavati distribuendo bene il liquido.
Segue

08 marzo 2018

Quanto ho speso? Tabella excel semplificata per controllare le spese mensili


Attualmente risparmiare soldi è diventata una necessità, vivere con poco ed essere minimalisti può servire anche per aiutare il prossimo: persone, animali, associazioni ecc, questo perché se non abbiamo mai soldi come possiamo permetterci di aiutare chi ne ha bisogno?

Allora come sempre dico i conti vanno fatti sulla carta e non sulla memoria, altrimenti si rischio di spendere più del dovuto (e del potuto). Però a volte non vogliamo entrare nei dettagli, cioè identificare ogni spesa (gas, elettricità, palestra, supermercato, farmacia ecc), ma vogliamo semplicemente fare una sommatoria totale del quanto abbiamo speso, e per vedere se siamo andati fuori budget. 

Quindi ho preparato una tabella Excel in cui potete scrivere le cifre spese giorno per giorno con una calcolatrice per aiutare chi magari non ha tanta dimestichezza con Excel. Inoltre c'è la possibilità di stabilire se siete entro o oltre il budget e se avete risparmiato. 

La tabella "Quanto ho Speso" la potete scaricare cliccando qui, oppure visitando la nostra pagina STAMPARE.
Segue

06 marzo 2018

Calendario biodinamico Marzo/2018


Finalmente è uscito il calendario biodinamico Marzo/2018 con le fase della Luna

Se volete guardare sul vostro schermo o scaricare il PDF cliccate qui. Oppure andate alla pagina STAMPARE.

Ricordiamo che la biodinamica pur non essendo una tecnica scientifica, resta comunque molto valida poiché tieni in considerazione l'interazione tra il ciclo del pianeta, degli Astri e delle piante stesse, rendendo l'interazione tra questi "mondi" molto affascinante e terapeutica per chi ama coltivare la terra.




Segue

02 marzo 2018

Cannella di Ceylon: proprietà, ricette e perché bisogna sceglierla


Anche se molto simili, esistono differenze tra la cannella di cassia (Cinnamomum cassia) e la cannella di Ceylon (Cinnamomum zeylanicum), la prima è molto popolare e meno costosa,

Nonostante le sue specie abbiano la proprietà di ad esempio regolarizzare i livelli di zucchero nel sangue, la cannella di cassia ha un contenuto più eccessivo di cumarina che hanno proprietà anticoagulanti, e quindi se ingerita in eccesso può provocare problemi alla capacità di coagulazione del sangue.

Il contenuto di cumarina nella cannella di Ceylon è bassissimo e quindi questo tipo di cannella è più sicuro per la salute.

Quindi abbiamo imparato che non tutte le cannelle sono uguali, quella di Ceylon è consigliata per uso interno: tisane, ricette varie, dolci ecc, invece la cannella di cassia può essere utilizzata per la preparazione di oli, tonico per i capelli, profumi, detersivi ecc.

Oltre alla regolarizzazione dei livelli di zucchero nel sangue, la cannella è antinfiammatoria e antibatterica, inoltre aiuta a stimolare la memoria. Inoltre contiene:

Vitamine: A, C, E, K, B6
Calcio
Ferro
Rame
Magnesio
Selenio
Zinco
Potassio
Fosforo
Fibre

Un modo diverso per utilizzare la cannella di Ceylon è questo:

Aceto Aromatizzato con cannella di Ceylon



50 ml di aceto balsamico di mele (o aceto di mele)
1/2 stecca di cannella di Ceylon
1 anice stellato piccolo
pezzetti di buccia di arancia

Lasciare in posa per almeno 1 settimana

Questo aceto profumatissimo può essere usato per aromatizzare ad esempio la soia, le verdure lessate e il riso.

Potete acquistare la cannella di Ceylon nei supermercati forniti, o negozi che vendono prodotti biologici o orientali.


------------------------------------------------------------------------------





Cannella di Ceylon in polvere bio Gusto Vivo
Ordinalo sul Giardino dei Libri


Segue

Stoviglie più pulite e brillanti in lavastoviglie: idrolitina e Sale di Empson come additivi


Il sale di empson e la idrolitina sono validi additivi per la lavastoviglie, per lavare più a fondo le stoviglie e risparmiare il detersivo basta usare la metà del detersivo che normalmente usate per un carico completo, quindi metà della polvere o 1/2 di tab, e quindi aggiungere 1 cucchiaino di sale di empson o una bustina di idrolitina. Il risultato sarà ancora migliore se aggiungete anche 1 cucchiaino di bicarbonato.

L'idrolitina e il sale di empson sgrassano e lucidano le stoviglie.

Avviare il ciclo di lavaggio.

Come sempre consiglio una miscela di alcol (per liquori o vodka) e aceto bianco (mele, vino o alcol), oppure solo aceto al posto del brillantante.


Segue

28 febbraio 2018

Erbe aromatiche per la cosmesi: ricette per la cura del viso.



Alcune erbe trovate nei giardini oppure coltivate in vaso possono essere utili per la preparazione di alcuni tonici casalinghi per il viso.

Per iniziare facciamo la distinzione tra infusione, macerazione e decotto:

Infusione: quando si mette l'erba in acqua bollente coprendo il recipiente e lasciando cosi per cinque o sei minuti.

Decotto: l'erba deve bollire per alcuni minuti

Macerazione: l'erba o la scorza deve rimanere in acqua fredda per dodici ore.

Infusione di fiordaliso e anemoni:

Ottimo per occhi stanchi. Immergere due dischetti per il trucco, strizzare e appoggiare sugli occhi per alcuni minuti.

Decotto di Sambuco:

Indicato per ammorbidire la pelle e calmare le irritazioni.
Bollire 10 gr di fiori di sambuco e 6 fiori di camomilla in un litro d'acqua, spegnere la fiamma quando passati 5 minuti dalla bollitura.
Lasciare in infusione per 30 minuti.
Passare il tonico freddo o tiepido sul viso già pulito con amido di riso o argilla verde o ghassoul*

Infusione di rose e gigli

È una lozione sbiancante e schiarente per il viso.
Si fa un'infusione con i petali e si lascia raffreddare
Aggiungere 15 gocce di OE di benzoino
Passare il tonico freddo o tiepido sul viso già pulito con amido di riso o argilla verde o ghassoul*

Infuso di origano, lavanda, rosmarino e timo

È tonificante ed è indicato per i visi stanchi e segnati, aiuta a combattere i pori dilatati
Preparare da 100 a 200 gr di erbe e bollire in 1 litro d'acqua
Lasciare in infusione per 1 ora.
Passare il tonico freddo o tiepido sul viso già pulito con amido di riso o argilla verde o ghassoul*

Decotto di malva

Serve per la cura dei visi molto infiammati o visi molto esposti a vento e/o Sole
Bollire a lungo 25 gr di radice di malva in mezzo litro di acqua
Passare il tonico freddo o tiepido sul viso già pulito con amido di riso o argilla verde o ghassoul*

* poiché la pelle del viso è molto delicata sarebbe indicato usare dell'amido di riso per la pulizia del volto, anche l'argilla verde o l'argilla ghassoul andrebbe bene, soprattutto se la pelle è grassa. Altrimenti usare i normali prodotti biologici per la pulizia del viso.

Da conservare in frigorifero per 1 settimana
Per aiutare la conservare più a lungo potete aggiungere 15 gocce di OE di tea tree eppure 1 cucchiaio di aceto di mele o aceto di arance per 1 litro d'acqua.

Segue

27 febbraio 2018

Ricette di latte vegetale.


Latte di mandorle

1 bicchiere di mandorle ammollate per 8 ore
4 bicchieri di acqua minerale
Frullare e filtrare

Latte di riso

1/2 bicchiere di riso integrale
4 bicchieri di acqua minerale
Cuocere il riso nell'acqua
Frullare e Filtrare

Latte di avena

1 bicchiere di fiocchi di avena
4 bicchieri di acqua minerale
Ammollare l'avena per 2 ore
Frullare e filtrare

Latte di cocco

1 bicchiere di farina di cocco (cocco grattugiato)
4 bicchieri di acqua bollente
Frullare dopo aver ammollato per almeno 6 ore
Filtrare

Latte di Girasole

1 bicchiere di semi di girasole
3 bicchieri di acqua calda
Ammollare per 6 ore
Frullare e Filtrare.

Durata media in frigorifero: 3 giorni.



Pagine in PDF: clicca qui o vai a Stampare (menu)
Segue

22 febbraio 2018

Newsletter Vivere Verde Nº 16


E finalmente è uscita la nuova Newsletter del blog Vivere Verde.

Questa volta la pubblicazione sarà destinata ad alcuni consigli sulla preparazione di diversi detersivi fai da te, una compilation in poche parole.

Per leggere on line o scaricare il file cliccate su questo link

Oppure andate sulla nostra pagina Stampare


Un piccolo appunto veloce: cosa occorre per fare i detersivi? Un piccolo suggerimento ve li darò...



Segue

21 febbraio 2018

Cucina Vegana: Farfalle alle erbe fresche miste

Il nostro amico e collaboratore Veganino ci dice ciiiaoooo!!

Allora Veganino, come sempre hai una ricetta per noi! Certo di sì..

Vediamo Veganino, cosa ci proponi oggi?

Farfalle alle erbette miste


Per fare questo piatto Veganino ha raccolto alcune erbette del suo orto spaziale... quindi un po' di rosmarino con i fiori, origano, prezzemolo, salvia e anche un peperoncino (eppure un po' di mentuccia per il té)!!


Allora Veganino spiegaci il piatto:

Ingredienti:

Un pugno di erbette miste
1 peperoncino piccolo
Olio EVO
2 spicchi d'aglio
1/2 bottiglia (o un po' di più a voi piace la pasta più sugosa) di passata di pomodoro
Sale
Zucchero
300 gr di pasta corta (farfalle) 
acqua

Preparazione




Imbiondire l'aglio schiacciato in 4 cucchiai di olio EVO a fiamma molto bassa
Eliminare l'aglio e aggiungere le erbette e il peperoncino schiacciato
Dopo 2 minuti aggiungere la passata, mescolare e lasciare a fiamma per 3 minuti
Aggiungere 500 ml di acqua, sale a gusto, 1 pizzico di zucchero e lasciar cuocere bene a fiamma media/bassa
Quando il sugo si sarà ritirato aggiungere la pasta appena cotta
Ripassare.


Come avete visto la ricetta è semplicissima da preparare e vi porterà via pochissimo tempo.

Grazie al nostro collaboratore Veganino e speriamo che possa tornare subito! Ciiiiaaaoooo!


Segue

20 febbraio 2018

La Strage di Sciacca: prima cani, ora angeli



È davvero molto difficile commentare quello che è accaduto a Sciacca, Sicilia, dinnanzi all'ignoranza le persone normali restano a bocca aperta....

Non so che razza di pseudoumano possa aver fatto una cosa del genere, speriamo venga punito o dalla giustizia o dalla mano divina e non importa quale divinità deciderà di intervenire...

Credo solo che una cosa orrenda cosi debba richiamare l'attenzione dei politici e delle persone del bene, poiché dimostrano che nel nostro piccolo mondo esiste un grandissimo disagio psicosociale, e che una persona affetta da una simile perversione certamente è capace di fare qualunque cosa.

Addio piccoli amici, ora siete angeli, liberi dalla cattiveria di quelli che chiamo larve spirituali, cioè esseri che non servono a nulla, ma che godono quando riescono a fare del male al prossimo, e anche gli animali sono il nostro "prossimo"

Creature innocenti uccise cosi... senza parole! Viviamo in mondo invaso da trogloditi!

http://www.lasicilia.it/news/agrigento/141321/sale-a-40-il-numero-di-cani-randagi-avvelenati-a-sciacca-e-scoppia-un-caso-politico.html
Segue

Solidarietà: Carnaval Bau a Torino: cena vegetariana per aiutare gli animali bisognosi


Ciao amici di Torino! 
Se potete andate a dare una mano ai volontari dell'associazione "Amici da Adottare Onlus" che accudisce molti animali randagi e contribuiscono alla loro adozione. Il 22/02 ci sarà la cena vegetariana a 20 euro con lotteria e musica dal vivo, quindi c'è da divertirsi!!

Per maggiori informazioni leggete la locandina.

Segue

Decorare la casa con regalini e bomboniere non graditi

Quante volte ci regalano oggettini o bomboniere che poi non sapiamo come dare una destinazione? Oppure troviamo i gingilli che appartenevano alle nonne, ma che oggi magari sembrano fuori luogo nel nostro arredamento?

A volte basta cambiare le loro destinazione di uso per darli una seconda vita e per rendere la nostra casa un po' più chic.

A me ad esempio hanno regalato un posta matite con magnate, però non avendo un pannello in metallo ho pensato di attaccare il porta matite nella porta del frigo, e ogni volta che finisce qualcosa basta prendere il blocchetto e scrivere cosa manca, e quindi alla fine avrò un elenco della spesa già avviato.
Questo metodo aiuta a ordinare le vostre spese.

Ho messo anche la scatola con stuzzicadenti :)

Un altro esempio è questo: un vecchio oggettino appartenente alla nonna, probabilmente faceva parte di una bomboniera. Oggi è un vintage e carino posa cucchiaini per l'angolo caffé



Quindi prima di gettare il regalino non gradito nella spazzatura o ripostiglio, pensate ad un nuovo uso per quest'oggetto, e di come renderlo chic.
Segue

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML