CHI CERCA TROVA

22 febbraio 2017

Riciclare i barattoli di latta: vasetti per piante appendibili decorati con la tecnica dell'uncinetto





A voi piacciono le piante? Sapete fare l'uncinetto? Avete dei barattoli di latta a casa?

Se la risposta è sì allora prendete una lattina, lavatela, asciugatela, quindi riempitela con terriccio e qualche seme o piantina piccolina, e per ultimo mettetela dentro ad un bel cestino fatto all'uncinetto.

La base del cestino va fatta lasciando 2 dita di spazio in più oltre la lattina e quindi si sviluppa il cestino in verticale, ho usato un filo abbastanza spesso per riuscire ad avere un cestino abbastanza rigido.

Questa piccola e semplice decorazione può essere usata per decorare sia la cucina che il giardino, terrazza o balcone, e potete coltivare il prezzemolo (foto) e altre erbe aromatiche.

Ottimo per coltivare le piante grasse più piccole perché per fare questa decorazione non dovete forare il fondo del barattolo e quindi la pianta va annaffiata solo ogni tanto, e nel caso delle piante grasse l'intervallo di tempo tra un'annaffiatura e l'altra potrà essere più lungo.

Mettetevi all'opera e buon artigianato!


Segue

Crema di sapone fai da te per disincrostare e schiarire le fughe annerite


Le fughe possono essere sbiancate se trattate con una crema di sapone molto semplice da preparare:

avete bisogno di:

barattolo/contenitore con coperchio
1/2 sapone Alga
Sapone di marsiglia (metà della quantità di sapone Alga che avete usato) è opzionale
500 gr di bicarbonato
acqua

Tagliare il sapone a pezzetti e coprirlo con bicarbonato, coprire completamente con acqua tiepida più due dita di differenza. Il sapone di marsiglia è opzionale serve solo per rafforzare la forza pulente della crema, però il sapone alga con bicarbonato è molto efficace contro l'annerimento.

Il sapone alga è molto morbido e quindi si scioglierà abbastanza velocemente, se resteranno dei pezzi sarà sufficiente sbattere con una forchetta. Mischiare bene.

Coprire le fughe con la crema e lasciare in ammollo per una giornata oppure strofinare con uno spazzolino o coltellino non appuntito, e lasciare in posa per un certo periodo di tempo. Un altro strumento utile per strofinare le fughe è la stecca coperta con paglietta d'acciaio: QUI

Risciacquare bene (il sapone Alga fa molta schiuma quindi conviene buttare acqua per terra, strofinare un po' per "staccare" il sapone, risciacquare con acqua pulita e per ultimo con acqua e aceto), comunque non c'è da preoccuparsi perché con successivi lavaggi con acqua e aceto i residui di sapone spariranno e il pavimento risulterà anche molto pulito.

Alla fine magari resterà un po' di crema un po' asciutta nel contenitore (come nella foto), potete lasciarla asciugare completamente (lasciando il contenitore aperto per un po'), e quando sarà necessario riutilizzarla per pulire le fughe, basterà aggiungere altro bicarbonato e acqua tiepida.


Come pulire le fughe con meno fatica

Dove acquistare il sapone alga: piccoli casalinghi, alcuni supermercati, acqua e sapone, negozi specializzati in vendita di detersivi.
Segue

20 febbraio 2017

15 ingredienti vegetali naturalmente repellenti contro insetti e parassiti.


Alcune erbe sono degli efficaci repellenti contro insetti e parassiti che vogliamo allontanare dalle nostre case. Possiamo usare la tisana concentrata o mischiata ad un certo volume di acqua per lavare angoli del giardino, o versarne un po' in un secchio con acqua e aceto per pulire il pavimento. Altrimenti possiamo inserire alcune erbe in una bottiglia di aceto o alcol e utilizzarli poi per la preparazione dei detersivi fai da te.

Posiamo anche usare gli oli essenziali che possono essere aggiunti all'acqua di lavaggio del pavimento, alle bottiglie di aceto o alcol ecc.

Ecco alcuni esempi di erbe e altri ingredienti naturali repellenti:

  1. ROSMARINO: zecche, zanzare, pulci
  2. CEDRO: pesciolini d'argento, falene e parassiti dei tessuti
  3. CITRONELLA: zanzare e blatte
  4. CHIODO DI GAROFANO: mosche, formiche, parassiti della carta e dei tessuti
  5. EUCALIPTO: formiche, mosche, blatte e insetti vari
  6. VANIGLIA: mosca e insetti
  7. AMAMELIDE: rende più forte gli insetticidi
  8. MENTA: zecche, pulci, formiche, mosche, zanzare
  9. LAVANDA: ragni, scorpioni, zanzare
  10. ARANCIA E LIMONE: mosche
  11. MAGGIORANA: mosche 
  12. MENTA POLEGGIO: formiche, mosche, moscerini, pulci, parassiti dei tessuti e carta
  13. SALVIA: mosche, moscerini, api, calabroni, falene
  14. TIMO: pulci, blatte, zanzare
  15. RUTA: quasi tutti gli insetti o aumenta le forza dell'insetticida naturale.

Segue

19 febbraio 2017

Barbabietola in Salsa Speziata

Ecco il Veganino, era da un po' che non si faceva vedere il nostro simpatico amico, e tutte le volte che lui viene da noi porta un suo piattino speciale.

Allora oggi il nostro amichetto ci dirà come fare delle barbabietole in salsa speziata:

2 barbabietole cotte o crude
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 pezzetto di zenzero
1 peperoncino rosso tondo o lungo
1 aglio grande (potete farlo diventare più amabile togliendo l'anima e lasciandolo in ammollo in acqua e zucchero per alcuni minuti)
olio EV di oliva a gusto
sale
1 pizzico di zucchero di canna
1/2 limone


 Tagliare la barbabietola cotta o cruda a cubetti
A parte fare la salsa in questo modo
Pestare o frullare l'aglio, peperoncino, olio EV di oliva, zenzero e zucchero, quindi aggiungere il succo di limone, la stessa quantità di acqua e il concentrato e mischiare molto bene. Aggiungere sale a gusto.
Mischiare alle barbabietole calde e lasciare raffreddare.

Facilissimo vero?
Grazie Veganino!


Molte volte gli Attivisti per il Diritto delle Lattughe usano la teoria della sofferenza delle piante come argomento contro la filosofia vegana, il nostro Veganino che è molto ironico ha voluto dire cosa pensa di questa cosa:


Naturalmente il nostro amichetto scherza, ciao Veganino e alla prossima :)


Segue

16 febbraio 2017

Ammorbidire ed igienizzare i tessuti scuri con aceto ai chiodi di garofano.


Abbiamo già imparato che l'aceto non è solo un condimento ma un vero e proprio multiuso per i lavori domestici, sottolineo lavori perché oltre che per le pulizie, l'aceto serve anche per il giardinaggio, la cosmesi, la conservazione ecc.

Uno degli uso dell'aceto è come ammorbidente per i tessuti. L'aceto ha la proprietà di purificare superfici e tessuti dai residui vari: sporco, detersivo, additivi, smog e anche odori molte volte rilasciati dagli accumuli di prodotti chimici.

Di solito sui tessuti si usa l'aceto bianco e può essere di mele, di alcol o il classico aceto di vino bianco. Comunque se come me separate il bucato scuro da quello bianco potete avere un'alternativa in più: l'aceto ai chiodi di garofano, purificante, disinfettante e deodorante.

Per farlo è facilissimo, semplicemente si riempie una bottiglia con aceto e si aggiungono alcuni chiodi di garofano, diciamo una decina circa per ogni 500 ml però potete anche aggiungerci di più, e poi si lascia macerare. Più i chiodi sono a contatto con l'aceto e più questo diventerà scuro e profumato, quindi potete magari preparare diverse bottiglie e lasciarle in posa per molti giorni o mesi.

Diciamo che è più sicuro usare l'aceto ai chiodi di garofano sui tessuti scuri, però devo dire che l'ho usato anche sul carico bianco e non ha macchiato nulla, però per non rischiare potete usarlo soltanto per il carico di panni scuri. Per renderlo ancora più simile ad un classico ammorbidente potete aggiungere 1 cucchiaio di glicerina vegetale per 500 ml di aceto.

Se l'uso di questo aceto-ammorbidente sarà limitato solo ai vestiti scuri potete usare anche l'aceto rosso che di solito è anche più profumato rispetto al bianco, però da essere usato soltanto sui vestiti scuri, in realtà è difficile che una volta diluito l'aceto possa macchiare i panni bianchi, però meglio non rischiare. 

Alla mia bottiglietta ho aggiunto anche 10 gocce di OE di lavanda, potete aggiungere anche una stecca di cannella o un pezzettino di bacca di vaniglia, o anche essenza di vaniglia.

Posso usare acido citrico al posto dell'aceto? Certamente! 500 ml di acqua distillata, 1 cucchiaino di acido citrico, 10 chiodi di garofano e 10 gocce di OE della vostra preferenza.
Segue

15 febbraio 2017

3 Formule alla ruta per allontanare le blatte e altri parassiti .


La ruta è una pianta montana spontanea ed ha un odore abbastanza forte che può piacere o meno, a me piace molto.  ha la capacità di allontanare molti insetti e parassiti e anche le blatte.Se nella vostra regione non c'è traccia di questa pianta potete sempre coltivarla in un vaso.

a) Insetticida

Per preparare l'insetticida avete bisogno per 1 litro d'acqua:

1 cucchiaio di foglie (o foglie e fiori) freschi
1 cucchiaio di sale fino

Pestare le foglie in un mortaio e aggiungere un po' d'acqua per miscelare bene
Versare tutto nel pentolino con acqua e fare bollire, chiudere la pentola
Passate 24 ore aggiungere 1 cucchiaio di sale fino e mischiare.

Tamponare con panno umido tutte le superfici e angoli dove sono state avvistate le blatte. Oppure le si tratta di una zona esterna versate la soluzione direttamente negli angoli interessati.

b) Lavaggio del pavimento e finestre

L'odore della ruta rimane sul pavimento anche se non lo sentite e di solito i parassiti non si avvicinano quando sentono l'odore, quindi preparare un aceto alla ruta da essere usato per le pulizie.

Per 1 litro di aceto aggiungere 1 cucchiaio di foglie fresche e lasciare macerare per il maggio tempo possibile.

Per la vostra prima bottiglia potete scaldare 100 ml di aceto e aggiungere la ruta pestata. Lasciare in posa per 24 ore e aggiungere alla bottiglia di aceto. Poi ne preparate altre però semplicemente inserendo le piante pestate. Più è lungo il tempo di posa e più sarà efficace. Per lavare il pavimento basteranno 2 o 3 cucchiai di soluzione per 1/4 di secchio di acqua o uno spruzzino con metà soluzione e metà acqua.

c) Foglie essiccate

Essiccare alcune foglie di ruta al Sole o al forno a 30 gradi
Tritarle e cospargere gli angoli e zone della casa con le foglie, però non alla portata di bimbi e animali perché la ruta è leggermente velenosa se mangiata.

Se proprio non riuscite a trovare la ruta potete cercare la tintura o le foglie essiccate da vendere
Segue

13 febbraio 2017

Combattere l'iperpigmentazione e le macchie sulla pelle con il sandalo.


Il sandalo Santalum album, è un albero originario dall'India (l'india è il paese delle piante profumate e colorate), ma viene coltivata anche in altre parti dell'Asia. Il suo legno viene usato per fare sculture e per la preparazione di profumi e incensi. L'olio essenziale ha proprietà antimicrobiche e antiparassitarie.

In Cina, Birmania e India esistono molti Tempi costruiti con legno di sandalo e spesso viene usato nei diversi rituali.

La polvere di sandalo è ottima per la pelle del viso perché agisce contro la iperpigmentazione, le macchie lasciate dal Sole, la pigmentazione non uniforme, le macchie cutanea (anche quelle provocate da brufoli e acne), elimina le impurità. Inoltre combatte l'acne e il grasso eccessivo, le rughe e segni dell'età che avanza rendendo o mantenendo la pelle più giovane e uniforme.

La maschera può essere fatta in due modi diversi:

a) Per un cucchiaio di sandalo in polvere aggiungere il succo di 1/2 a 1 limone, mischiare bene e ammorbidirla, se necessario, con acqua di rose. Spalmare e lasciare agire per 20 minuti. prima di risciacquare.

b) Mischiare 1/2 cucchiaio di sandalo e 1/2 cucchiaio di argilla, aggiungere acqua di rose fino ad ottenere un composto compatto ma semplice da spalmare sulla pelle. Lasciare in posa per 20 minuti e risciacquare.

Purtroppo non tutte le erboristerie vendono la polvere di sandalo, altrimenti potete cercare online. La Erbe di Janas è un negozio online dove si può acquistare questo prodotto, oppure una maschera alla polvere di sandalo Anche l'uso diario della saponetta può aiutare a mantenere la pelle sana ed uniforme.
--------------------------------------------------------------------------------------------------






Maschera Ayurvedica alle Erbe Per il Viso - Sandalo , Khadì Ordina sul Giardino dei Libri
Segue

12 febbraio 2017

Foglie danneggiate, appassite e ingiallite come migliorare il loro aspetto.


A volte le foglie delle piante si ingialliscono o perdono quel bel colore verde intenso perché alcuni parassiti delle piante a volte quasi invisibili le danneggiano. Se vedete degli insetti che saltellano sul terriccio allora vuol dire che i parassiti possono appassire la pianta.

Potete fare un tentativo per riprenderle preparando una soluzione naturale capace di allontanare i parassiti sia dalle piante che dal terreno, certamente ad un certo punto la situazione non è più recuperabile e quindi sarebbe meglio tagliare le foglie più danneggiate e bagnare il terreno/terriccio con la soluzione consigliata.

Avete bisogno di

sapone di marsiglia vero o sapone di aleppo o cocco
zenzero (radice non polvere)
chiodi di garofano
acqua

fare bollire 1 litro dia acqua e aggiungere alcuni pezzetti di zenzero, chiodi di garofano, di sapone di marsiglia (non bisogna esagerare con il sapone).
Fare bollire facendo attenzione perché la schiuma del sapone può fuoriuscire, meglio usare una pentola alta e non riempirla completamente.
Lasciare in posa per 1 giornata.
Bagnare le foglie in una giornata con poco sole o di sera.
Lasciare agire per mezza o una giornata e quindi versare acqua pulita.

Altra idea per proteggere le piante senza danneggiarle: insetticida 2
Segue

Un pizzico di lucentezza in più per pavimenti in gres, pietra e piastrelle.

 Per rendere ancora più lucidi i pavimenti in gres o rivestito di piastrelle, oppure i pavimenti in marmo e altre pietre, oppure per trattare i pavimenti opacizzati potete fare affidamento ad un ingrediente che quasi tutti noi abbiamo in cucina: il sale.

Quando avete preparato l'acqua di lavaggio del pavimento con aceto, aceto e alcol o anche aceto, alcol e una goccia di detersivo, bicarbonato, sapone, detergenti ecc, aggiungete anche uno o due pizzichi di sale fino per 1/4 di secchio con acqua. Non dovete esagerare per non avere l'effetto contrario.

Mischiare bene per far sciogliere il sale fino e quindi lavare il pavimento come al solito. Non bisogna risciacquare.

Il sale ha una naturale proprietà di lucidare tessuti e superfici e quindi di donare un effetto a specchio alle superfici.

Se il vostro marmo è ferroso (di solito tende a formare macchie marroni quando bagnato), meglio non usare il sale perché potrebbe fare reazione con il ferro.

Non bisogna aggiungere il sale ad ogni lavaggio, ogni tanto ricordatevi di aggiungere un po' di sale all'acqua del secchio delle pulizie.
Segue

10 febbraio 2017

Le proprietà della vera vaniglia per la salute: un alimento amico del cervello a 360 gradi.


La vaniglia è prodotta soprattutto nel Madagascar ed è molto apprezzata per aromatizzare dolci e bevande, è nativa dalle Americhe e fa parte della famiglia delle orchidee ed era utilizzata da alcuni popoli antichi come gli Astecas.

Secondo alcuni studi, la vaniglia ha l'importante proprietà di mantenimento della salute del cervello, delle funzioni cognitive e della memoria poiché in poche parole rallenterebbe l'invecchiamento di questo organo fondamentale. Le evidenze scientifiche sono numerose tanto che ricercatori di una nota multinazionale stanno creando una bevanda a base di vaniglia per combattere le malattie debilitanti del cervello.

I realtà la vaniglia sarebbe benefica non solo per quanto riguardano le malattie vere e proprie, ma che quelle collegate alla psiche come la depressione, l'iperattività, il callo di concentrazione e memoria, la rabbia, la fobia ecc.

Secondo altri studi una miscela di vaniglia e tè nero sarebbero ideali per combattere l'invecchiamento del cervello e la manifestazione delle malattie degenerative come appunto l'Alzheimer e addirittura potrebbe essere efficace contro l'avanzare del morbo soprattutto se è in fase iniziale.

La vaniglia avrebbe dimostrato di avere anche effetti antitumorali poiché impedirebbe la formazione di mutazioni spontanee che possono condurre al tumore o anche bloccherebbe la formazione di metastasi agendo contro l'angiogenesi cioè la capacità delle cellule del tumore di creare nuovi vasi per alimentare la massa tumorale.

In ogni modo questi sono studi tutt'ora in corso in diversi istituti di ricerca, però quello che c'è di certo è che la vaniglia è un eccellente un antiossidante e quindi ritarda l'invecchiamento combattendo radicali liberi e altre sostanze ossidanti che danneggiano l'organismo.

La vaniglia aiuterebbe a combattere la depressione, reumatismo, infiammazioni, dolori, dolori mestruali, insonnia, iperattività, mancanza di concentrazione, rabbia, problemi digestivi, infezione urinaria, impotenza, diarrea e flatulenza.

Ottimo anche per trattamenti aromoterapici, infatti l'olio essenziale può essere usato per combattere le malattie del sonno, la depressione e malattie psichiche. Si può usare un brucia essenze, gocce di olio in un pentolino con acqua bollente oppure miscelare alcune gocce in un olio carrier come ad esempio olio di mandorle e usarlo per i massaggi. Si può versare alcune gocce su un fazzoletto e portarlo sempre con sé. Benefico anche per il sono dei bambini e potete aggiungere anche qualche goccia di OE di lavanda.

Una buona idea per le pulizie di casa è quella di aggiungere alcune gocce di OE di vaniglia in 1/4 di secchio acqua calda, un po' di aceto e/o alcol per lavare i pavimenti di casa o anche i vetri. Potete fare dei graziosi sacchettini di stoffa con bacche di vaniglia e gessetti scolastico per profumare ed evitare la formazione di umidità negli armadi e cassetti.

Attenzione perché in commercio di solito si trova la vaniglia sintetica poco costosa, nella confezione deve esserci scritto aroma naturale, prodotto naturale, vera vaniglia ecc, se c'è scritto solo aroma di vaniglia, vanigliato o aroma allora probabilmente è quella sintetica.

Di solito la vera vaniglia non è controindicata se è quella naturale, la sintetica può provocare irritazioni, certamente si deve evitare di strofinare l'olio essenziale puro sulla pelle per non provocare irritazioni.

Queste informazioni hanno solo scopo informativi e non medici. Per maggiori informazioni chiedere al vostro medico e/o nutrizionista.
Segue

09 febbraio 2017

Antiruggine naturale: soluzione a base di tè nero per cancellare la ruggine da metallo e marmo.


Il tè nero è efficace per cancellare le macchie di ruggine dagli oggetti e dal marmo, ovviamente se la ruggine non ha mangiato completamente il metallo.

Bisogna preparare un infuso molto concentrato di preferenza con le foglie e non con le bustine, e quindi aggiungere un bel po' di sale fino da cucina. Mettere gli oggetti in ammollo nell'infuso per alcune ore e quindi strofinare con spugna e sapone di marsiglia, risciacquare e asciugare bene.

Per le superfici: cancelli, mobili ecc fare una crema con infuso e sale e strofinare, lasciare in posa per alcuni minuti, risciacquare, strofinare con sapone di marsiglia e risciacquare.

Marmo: cuocere un pezzo di patata nell'acqua che userete per preparare l'infuso, e quindi procedere come descritto per le superfici però il tempo di posa deve essere ridotto a 10 minuti, ripetere se necessario. Potete aggiungere un po' di bicarbonato per preparare una crema più fluida. Evitare aceto, limone e altri prodotti acidi.

Tranne per il marmo, potete aggiungere succo di limone al tè per potenziare l'antiruggine.

Ricordo che per proteggere il metallo dalla ruggine potete strofinarlo con un velo di olio vegetale, prima va pulito e quindi strofinato con olio.
Segue

08 febbraio 2017

Pulire la cute extra delicata usando ingredienti naturali


Alcune cuti sono cosi delicate da non tollerare nemmeno i shampoo più delicati, oppure a volte quelli molto delicati non sgrassano bene la radice dei capelli.

Certi ingredienti naturali sono molto efficaci per pulire e purificare la cute evitando anche la formazione di forfora.

Avete bisogno di:

Fiochi di avena
OE di timo
Argilla verde doppiamente ventilata o l'argilla ghassoul

In mezzo bicchiere di acqua aggiungere 1 cucchiaio di fiocchi d'avena, bollire per 2 minuti e filtrare
Aggiungere 1 cucchiaino raso di argilla e 5 gocce di OE di timo

Inumidire i capelli e spalmare la miscela, massaggiare, aspettare alcuni minuti e risciacquare.

L'avena contiene saponina, un detergente naturale molto efficace, l'argilla è lavante, purificante e rimineralizzante, l'olio di timo purifica donando forza e lucentezza.

Se avete difficoltà per trovare l'olio essenziale di timo, potete sostituirlo con un infuso ben forte fatto con le foglie fresche.
Segue

05 febbraio 2017

Togliere incrostazioni e sporcizia difficili da rimuovere dal parabrezza e finestrini dell'automobile


Le sporcizie incrostate sul parabrezza e finestrini dell'automobile possono essere difficili da togliere, un modo per velocizzare il lavoro è questo:

Prendere una spugna morbida e leggermente umida, cospargerla con abbondante bicarbonato e inumidire con poca acqua
Spruzzare la macchia con aceto e subito strofinarla con la spugna con bicarbonato, spruzzare nuovamente con aceto e passare la spugna. Tutto va fatto velocemente perché è giustamente la reazione del bicarbonato con aceto più l'olio di gomito i fattori fondamentali per disincrostare il vetro.
Prendere uno straccio e risciacquare tutto quanto
Per lucidare il vetro lavare con acqua e alcol (rosa o bianco), 50 ml di alcol per 1 litro di acqua, passare con uno straccio e asciugare con un altro per lucidare bene, ripetere se necessario.

Se la sporcizia è troppo difficile da togliere prima di cospargere la spugna con bicarbonato, inumiditela con acqua e detergente biologico.

Se la macchia è di resina usare non solo aceto ma anche un po' di alcol rosa o bianco.
Segue

02 febbraio 2017

Usando l'argilla per igienizzare, sgrassare e deodorate tappeti e moquetti


L'argilla molto efficace per la pulizia dei tappeti e moquette che non possono essere lavati in lavatrice, perché possiede dei siti attivi che riescono a intrappolare le sostanze indesiderati come la polvere e lo sporco, tanto che nell'industria molti tipi di argille vengono usate come catalizzatore, ad esempio la montmorillonite e la zeolite.

Come utilizzare: cospargere il tappeto o moquette con l'argilla, spazzare quel che basta per permettere all'argilla di penetrare bene tra le fibre, aspettare alcuni minuti e quindi aspirare con l'aspira polvere.

L'argilla intrappola sostanze microscopiche, sporco, germi, spore di muffa e acari, ed essendo una polvere attrar anche grasso e umidità.

Che tipo di argilla? Una qualsiasi, basta che sia in polvere, anche la creta in polvere va bene, la creta è sempre argilla però è un tipo di argilla sedimentaria dotate di caratteristiche chimiche molto particolari che la rendono modellabile.

Potete usare anche l'argilla verde o anche una miscela di argilla e bicarbonato al 50%

Potete usare l'argilla per assorbire e neutralizzare odori di sostanze rovesciate sul tappeto o moquette, si toglie l'eccesso di sostanza, si lava con sapone di marsiglia se necessario o si tampona con solo aceto e si lascia asciugare. Se resta la macchia cospargerla con argilla, coprire con uno straccio assorbente asciutto e quindi con un peso. Lasciare in posa per almeno 1 ora e aspirare, lavare nuovamente con sapone se necessario.

Se c'è bisogno di assorbire grassi, cospargere cospargerla con argilla, coprire con uno straccio assorbente asciutto e quindi con un peso. Lasciare in posa per almeno 1 ora e aspirare.

L'argilla è efficace per cancellare l'odore di pipì degli animali e bambini, si asciuga con straccio assorbente e quindi si cosparge di argilla, lasciare in posa il più possibile e aspirare. 
Segue

In bocca al Lupo.. Viva il Lupo!


Museo Capitolino
 foto: Museo Capitolino

Oggi in occasione della Conferenza Stato Regioni si voterà il destino del Lupo in Italia, se verrà approvato in modo definitivo il Provvedimento che prevede l'abbattimento di questi meravigliosi animali si darà il via alla caccia a questa specie fino a poco tempo fa considerata protetta.

Nonostante i diversi studi fatti dal WWF e altri Enti che studiano la fauna selvatica in favore della conservazione del Lupo i politici sembrano volere dare ascolto a quelli che credono di essere i padroni del bosco cioè i quelli che credono che nei boschi debbano vivere solo animali da allevamento e i cacciatori alla ricerca di trofei da caccia.


Ora tocca al Ministero dell'Ambiente... daranno più ascolto ai cittadini che stanno chiedendo di proteggere il lupo sia dalla agricoltura non sostenibile e dall'invadenza dei cacciatori, oppure darà ascolto alle lobby? Stiamo aspettando e anche il nostro voto sta aspettando!


Se proprio il Ministro dell'Ambiente vuole abbattere qualcuno può iniziare a farlo combattendo i mostri che fanno ad esempio cose del genere:



Leggete l'articolo del WWF per capire che la soluzione non è abbattere il Lupo ma provare ad educare gli umani!!
Segue

01 febbraio 2017

Consigli per gli acquisti: Tisana Ortica, Equiseto, Ginepro e Ribes Nero Lord Nelson



Io sono una grande bevitrice di tisane e mi piacciono sia quelle fatte con le mie erbe e quindi foglie di menta, verbena, achillea e via dicendo, oppure con erba e frutta. Gradisco anche le bustine o le foglie essiccate in vendita nei supermercati ed erboristerie.

Ho visto questo tè chiamato Lord Nelson al LIDL e vendendo la quantità di erbe che contiene ho voluto assaggialo. Questo tè oltre all'ortica, equiseto, ginepro e ribes, contiene anche carciofo e aloe. Quindi molte piante officinali ad un buon prezzo.


Il gusto è simile a quello dei tè speziati indiani, un tocco di amaro e un tocco di oriente, per smorzare un pochino basta aggiungere qualche goccia di limone o arancia. Diciamo che una tisana più salutare che da pausa pomeridiana, però le tisane sono fatte anche per curare il nostro organismo. 

Costa solo 0,99 centesimi ed ha 20 filtri. 

Equiseto contra la ritenzione idrica, cicatrizzante e contiene calcio 
Ribes Nero è antiinfiammatorio e depurante
Ginepro: espettorante e digestivo
Carciofo: salute del fegato e ricco di ferro
Aloe: curativa, antiinvecchiamento, aiuta il sistema immunitario
Ortica: contro anemia, artrite, cistite

 
Segue

31 gennaio 2017

I benefici dell'acqua di cocco verde: un toccasana per il metabolismo


Conoscete l'acqua di cocco, o come si dice in Sudamerica "Agua de coco", questa bevanda molto sana e popolare nei Paesi Tropicali inizia ad arrivare anche in Europa. L'acqua di cocco non è solo una bevanda esotica ma è un vero medicinale dolce e gustoso dotato di una composizione elettrolitica molto vicina a quella del sangue. Se consumata spesso favorisce il buon funzionamento di tutti gli apparati del corpo, inoltre è un ottimo antiinvecchiamento ed è anche adatto agli sportivi.

Nei supermercati biologici, negli alimentari etnici e anche in molti supermercati è possibile trovare questa bevanda, quella della foto l'ho acquistata al Carrefour, però mi è capitato di comprare diverse marche di acqua di cocco anche al Natura Sì, Panorama, Auchan, Castroni e Mercato Esquilino. Spesso la scritta è quella originale: "agua de coco".

Elenchiamo i benefici principali di questa bevanda.

a) idratazione: contiene molti minerali ed  è molto più sano rispetto alle bevande energetiche in vendita, è ricco di sali minerali tra i quali potassio (294 mg) e contiene carboidrati di facile assimilazione. Ideale anche inc asi di disidratazione e diarrea poiché contiene amminoacidi, enzimi, minerali e ovviamente acqua.

 b)  Peso: ricca di minerali e di grassi sano del cocco, contiene fibre e zucchero naturale della frutta.

c) Antiinvecchiamento: le citochinine come la cinetina e la zeatina combattono l'invecchiamento e aiutano a combattere il cancro e la trombosi, è ricca di antiossidanti e combatte i radicali liberi

d) Gli elettroliti come magnesio e potassio combattono la stanchezza e la fatica, mantiene la salute dei muscoli e diminuiscono lo stress poiché stimola la produzione si serotonina

e)Facilita la digestione perché ricca di fibre, combatte il riflusso e mantiene la sensazione di sazietà

f) Aiuta a mantenere sana la pressione, e secondo uno studio alcune persone che soffrivano di pressione arteriosa alta e che hanno consumato l'acqua di cocco verde per due settimane, hanno avuto una riduzione della pressione sistolica pare al 70% rispetto a quelle che hanno bevuto solo acqua, e al 29% la pressione diastolica.
L'eccesso di elettroliti può innalzare la pressione, però al contrario delle bevande energetiche, l'acqua di cocco ha una concentrazione bilanciata e ottimale di questi elementi.

g) Ottimizza il funzionamento del sistema nervoso e cervello: perché ricco di potassio e minerali.

h) Previene l'asma e osteoporosi perché ricco di magnesio

i) Disintossicazione: un amico dei reni perché aiuta ad eliminare tossine del corpo sia perché fonte di acqua, sia perché ha una composizione elettrolitiche simile a quella del sangue. Inoltre evita la formazione di calcoli renali e/o diminuisce quelli già esistenti.

j) Accellera il metabolismo: ha enzimi come fosfatasi, catalasi, deidrogenasi, diastasi, perossidasi, ARN-polimerasi ecc, che aiutano a brucciare grasso ed evitando l'accumulo eccessivo.
 
k) Equilibrio del colesterolo: aumenta il buon colesterolo (HDL) diminuendo il rischio di infarto, inoltre è utile per chi soffre di problemi al cuore o ha avuto attacchi cardiaci in passato.
Segue

30 gennaio 2017

Todmorden, la città degli orti pubblici comuni e della cordialità.


https://www.incredible-edible-todmorden.co.uk/home
 Foto: The Incredibile Edibile Todmorden

Combattere la fame nel mondo? Magari non nel mondo ma nella propria città chissà...

 Nella città di Todmorden in Gran Bretagna i cittadini hanno avuto un'idea molto carina sia per ravvicinare le persone che per abbellire la città: coltivare l'orto negli spazi pubblici della città e tutti possono coltivare gli alimenti ovviamente aiutando anche a piantare e coltivare, ed è proibito venderli (mi pare giusto!), poi se uno vuole acquistare grosse quantità di alimenti fa la spesa al mercato.

Il progetto si chiama The Incredibile Edibile Todmorden, e oggi ci sono più di 40 orti in tutta la città, nelle piazze, nei giardini e persino nel cimitero. L'iniziativa è stata pensata anche per migliorare l'alimentazione delle persone. Tra l'altro il progetti ha avuto tanto successo che vengono spesso fatte iniziative popolari in piazza: corsi di cucina, orto, dimostrazioni di prodotti fatti con questi ortaggi ecc generando un interessante flusso turistico.

Ma nelle nostre città sarebbe possibile un tale progetto? O gli orti finirebbero pieni di sporcizia, escrementi, ecc?

Credo che l'orto comune o anche la coltivazione di fiori negli spazi pubblici sarebbe un bel modo per dare decoro alla città. però purtroppo simili iniziative devono essere accompagnate da una forte senso civico verso la cosa pubblica e verso il prossimo e ahimè, a volte questo fattore importante non è affatto presente nelle testoline di certe persone, anzi per questo tipo di persona si fa meno fatica compiere gesti incivili e poi scaricare la colpa sull'Amministrazione Pubblica.

Però se anche i bambini vengono coinvolti in iniziative come queste magari questa sarebbe appunto la chiave (o una delle chiavi) per insegnare i futuri adulti ad essere più rispettosi verso la propria città, e direi altro: magari sarebbe un'opportunità per integrare anche chi arriva nelle città e si sente immediatamente coinvolto nelle attività locali.

https://www.incredible-edible-todmorden.co.uk/home
 Foto: The Incredibile Edibile Todmorden


Segue

27 gennaio 2017

Il Giorno della Memoria: L'orrore del passato e l'errore del presente...

foto
Oggi è il Giorno della Memoria, per ricordare a tutti che l'uomo può arrivare ad un grado di pazzia cosi grande, e anche di menefreghismo cosi elevato da fare soffrire in modo terrificante il prossimo che non appartiene a quel piccolo mondo che detiene il potere.

La triste storia del Popolo Ebreo è conosciuta credo da tutti, un sterminio di donne, uomini, e bambini compiuto da un pazzo che governava altri come lui. Per fortuna nella storia ci sono sempre individui che non possono essere d'accordo con l'orrore e con l'atrocità, e grazie a questi eroi molti ebrei sono riusciti a salvarsi, anche se hanno perso madri, padri, mogli, mariti e figli.

foto
Ma noi oggi che viviamo nel 2017 cosa abbiamo imparato da questa storia? Siamo migliori? Peggiori? O la razza umana è proprio fatta cosi, violenta e menefreghista e se le cose non collassano è soltanto perché alcuni soggetti non riescono a sopportare la sofferenza del prossimo?
Esiste ancora l'olocausto? L'idea di considerare il prossimo come piaga da sterminare?

foto
foto
foto
Ma noi umani facciamo soffrire soltanto altri esseri umani? O la nostra sete di violenza non risparmia nemmeno quelli che umani non sono e soltanto per questo motivo non meritano di essere considerati? E magari pensare a loro come soggetti vulnerabile che sente dolore è solo una perdita di tempo? Forse perché non sono "immagine e somiglianza di Dio"? Ma chi l'ha determina questa cosa? Ed è giusto questa convinzione anche se molto antica per non dire arretrata?

http://brescia.corriere.it/notizie/
foto
foto
foto
foto
foto
Tutto ciò è giusto? La violenza è giusta? Il menefreghismo è giusto? È questo il limite dell'evoluzione della razza umana e oltre non riusciamo ad andarci? Credo che queste siano le domande da fare in una giornata in cui si pensa alla sofferenza che secondo me è sempre la stessa, ha solo cambiato volto....
Segue

26 gennaio 2017

Riciclare l'acqua di decalcificazione della macchina del caffè.


La decalcificazione della macchina del caffè può essere fatta in due modi: con acqua e acido citrico (polvere sfusa o bustine pronte) o con acqua e aceto.

Diciamo che acqua e acido citrico (o bustine) è il metodo più consigliato dai produttori, acqua e aceto è un modo più casalingo di procedere, io a casa ho due macchine del caffè, una che non è mia ed è più cara e quindi usano solo acido citrico (1 cucchiaio per serbatoio credo da 1 litro), e la mia che è più economica e uso a volte acqua e aceto (1 bicchiere di aceto per litro d'acqua).

In ogni modo indipendentemente dal metodo scelto, di solito l'acqua che esce è pulita, è bollente quindi priva di germi, ed è appunto ricca di aceto o acido citrico. Di solito l'acqua viene buttata però in realtà può essere riciclata per altri usi:
  1. Messa in una bottiglia vuota per essere aggiunta all'acqua di lavaggio del pavimento di casa o delle zone esterne. Potete aggiungerci anche qualche goccia di olio essenziale, erbe o ulteriore aceto o acido citrico.
  2. Lavaggio del WC, versare il contenuto (un una certa quantità) nel WC e lasciare in ammollo. Potete aggiungere un po' di detersivo biologico oppure sale da cucina o limone per aumentare la forza sgrassante.
  3. Neutralizzare gli odori degli scarichi.
  4. Pulizia dei vetri
  5. Diserbante
  6. Neutralizzare gli odori di casa aggiungendo chiodi di garofano e portando all'ebollizione
  7. Pulizia di muri e pareti
  8. Pulizia di mobili laccati o in acciaio (vanno asciugati dopo)
  9. Pulizia dei sanitari, vasca ecc
  10. Pulizia dei mobili da giardino 
Come potete osservare quest'acqua può avere un ulteriore utilizzo e può come già scritto nel punto uno, imbottigliata per conservarla cosi com'è o con aggiunta di altri ingredienti: aceto, acido citrico, olio essenziale, erbe ecc.

Segue

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML