AGGIORNAMENTO PAGINE: 28/05 Adotta un 4 zampe; 26/12 Macchie; 05/01 Stampabili; 15/08 FAQ.

.


Trova quello che ti serve...

Caricamento in corso...

28 maggio 2015

Olio profumato alla cannella per una state speziata

Per l'estate gli odori dolci, solari e caldi sono un "tutto di buono" e possiamo creare i nostri propri oli profumati a casa. Avevo già postato un suggerimento qui ed eccone un altro;

Ingredienti

250 ml di olio di cocco
150 ml di olio di mandorle o semi di vinacciolo
100 ml di olio di noci
10 gocce di OE di muschio di quercia

Preparazione

Versare gli oli in un vetro e aggiungere 1 cucchiaino di cannella un polvere, una stecca di vaniglia e 10 gocce OE di muschio di quercia.

Lasciare in posa per 1 mese in posto fresco e asciutto e di preferenza lontano dalla luce solare.
Usare sulla pelle e volendo anche sui capelli (poco).


Attenzione: alcuni soggetti sono allergici alla cannella quindi prima di preparare l'olio vero e proprio prendete qualche goccia di olio e aggiungette un po' di cannella in polvere e passate sui polsi e dietro l'orecchio, se sentite che pizzica, brucia, irrita ecc non la dovete usare. Potete sostituirla con chiodi di garofano (magari pestati a polvere) o OE di ylang ylang ad esempio.

Se non trovate l'OE di muschio di quercia potete usare OE di lavanda (l'olio essenziale non è obbligatorio), e se non trovate l'olio di noci (c'è ad esempio al supermercato Naturasi), usate semplicemente l'olio di cocco e l'olio di mandorle.
Segue ►

26 maggio 2015

Il mio attuale elenco di ingredienti per lavare ed ammorbidire i capelli.


Parlare di ricette per i capelli è sempre un po' difficile visto che quello che va bene per me non necessariamente andrà bene per qualcun altro, anzi a volte capita proprio l'opposto. In ogni modo condividere le proprie ricette può sempre contribuire a dare uno spunto a qualcuno che stia ancora cercando il proprio prodotto ideale.

Quindi ora elencherò semplicemente gli ingredienti che sto usando per lavarmi i capelli e lo faccio perché ho avuto ottimi risultato. I miei capelli sono spessi, ondulati e sono anche tanti, l'unico loro problema è che tendono a diventare secchi e spesso gli shampoo (bio o non bio) li inaridiscono. Tra l'altro sono colorati (tinta sanotint o erbalife) e a volte uso il henné per ottenere riflessi.

Ora non sto usando lo shampoo ma altri ingredienti che riesce a lavarli (la cute è molto pulita e i capelli pure), però senza portare via la naturale morbidezza dei capelli.

Shampoo

Al posto dello shampoo sto usando una miscela fatta con 2 cucchiaini di shikakai o di amla (ultimamente più quest'ultimo) e 1 cucchiaino raso di bicarbonato. Li metto in un bicchierino di plastica e al momento del lavaggio lo riempio con acqua calda, mischio e applico sui capelli bagnati. Li strofino e lascio agire per 5 minuti, quindi li lavo.

Balsamo

Per ammorbidire applico del latte di cocco (non l'olio) e strofino bene tutta la capigliatura, lascio agire per 5 minuti e sciacquo, quindi passo (non tutte le volte) un balsamo bio leggero (ora sto usando il balsamo al germe di grano della weleda)
Sciacquo e per finire faccio un risciacquo finale con 2 cucchiaini di aceto di arancia in un bicchiere con acqua, strofino e sciacquo (l'ultimo risciacquo con aceto è importante).

A me questo metodo mi piace tantissimo e lo sto usando da quasi due mesi. Alcune persone si trovano bene con gli impacchi fatti con le polvere indiane, cioè applicare e lasciare in posa per tanto tempo, io invece mi trovo meglio se le uso spesso però lasciandole in posa per corti periodo cioè massimo 10 minuti, tra l'altro l'amla mi provoca un po' di allergia se la lascio in testa per molto tempo.

Amla, shikakai e altre polvere indiane stanno diventando sempre più comuni e più facili da essere acquistate. A Roma potete trovarle nei negozi indiani (esempio vicino al MAS, al Panda Shop in Via Folco Poltinari), oppure online (Erbe di Janas, Panda Shop, ebay ecc).

Aspetto di avervi datto qualche spunto per l'uso di nuovi ingredienti sani e amici dell'ambiente.
Segue ►

Come fare un Minion per il giardino usando vecchi pneumatici



Guardate che carini questi "minions" da giardino fatti con pneumatici. Vernice gialla, blu, nera, colla resistente, tubi e lattina (o altro oggetto) per fare l'occhio.






https://www.pinterest.com/pin/384846730632289326/
https://www.pinterest.com/pin/54958057929660943/
https://www.pinterest.com/pin/54958057929660909/
Segue ►

25 maggio 2015

Come trattare e cancellare le macchie impossibili sui vestiti dei bambini.


Se i vestitini dei bambini sono macchiati da sostanze diverse e magari sconosciute e avete provato a lavare più volte senza successo seguite questo passo passo:

Bianchi/Chiari

  1. Coprire le macchie con una crema fatta con bicarbonato e acqua, lasciare agire per alcuni minuti e quindi spruzzarci sopra dell'aceto bianco. Sciacquare e insaponare il capo con abbondante sapone di marsiglia.
  2. Mettere il capo in ammollo in acqua molto fredda (magari aggiungete cubetti di ghiaccio nella pentola o bacinella) e alcol rosa o bianco (1 tazzina di caffè per 2 litri d'acqua). Ammollo per almeno 1 ora.
  3. Mettere subito in ammollo in una soluzione di acqua bollente, soda da bucato, sale grosso e percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo), misura per gli ultimi 3 ingredienti; 1 cucchiaio raso/litro d'acqua.
  4. Lavare il capo il giorno dopo a mano o in lavatrice a 50 gradi con il vostro detersivo (oppure insaponatelo a mano e mettetelo in lavatrice).
  5. Un altro rimedio è quello sostituire il passo 3 con questo rimedio: ammollo in acqua bollente, succo di limone, aceto, alcol e sale grosso (misure per 1 litro d'acqua: mezzo limone e 1/4 di tazzina di caffè per gli ingredienti liquidi).
Un consiglio extra: prima di seguire il passo passo (da 1-5) dato provate a insaponare il capo previamente bagnato con abbondante sapone di marsiglia e appendetelo di preferenza sotto il sole, e quindi procedete con il passo passo.

Colorati e scuri (separarli prima): 

  1. Lavare a mano con sapone di marsiglia.
  2. Ammollo in acqua fredda, aceto bianco, sale grosso e alcol rosa o bianco (1 tazzina di caffè per 2 litri d'acqua per acqua e alcol e 1 cucchiaio di sale grosso/litro d'acqua)
  3.  Ammollo mezza giornata e lavaggio a mano o lavatrice.






Segue ►

24 maggio 2015

I cibi ideali per combattere la cellulite e superare la prova costume...

Avocado

Ingerire alimenti ricchi di acidi grassi essenziali aiuta a rassodare la pelle mantenendola allo stesso tempo più flessibile ed elastica. L'avocado oltre agli acidi grassi essenziale contiene anche altri nutrienti molto importante per la salute e per la bellezza della pelle e capelli.

Asparago

Mantiene sana la circolazione ed è ottimo per combattere lo stress poiché ricco di acido folico che aiuta a stabilizzare l'umore. Lo stress stimola l'accumulo di grasso nell'organismo e soprattutto in certe zone del corpo (e quindi via alla cellulite!!).

Frutti Rossi

Fonte di vitamina C, stimolano la produzione e mantenimento del collagene, contengono antiossidanti che combattono i radicali liberi che rallentano l'organismo stimolando di conseguenza l'accumulo di grasso.

Papaya

Molti si chiedono: come mai tante donne sudamericane hanno il lato B cosi perfetto? Una delle spiegazioni è che in Sudamerica si consuma quotidianamente la Papaya (e anche l'avocado). La papaya ricca di potassio e beta carotene non solo mantiene l'organismo giovane e sano ma disintossica i tessuti favorendo l'eliminazione delle tossine e facilitando la circolazione.

Cereali

Ricchi di fibre e elementi essenziali garantiscono il buon funzionamento dell'organismo e soprattutto dell'intestino e fegato. Accelerano i processi di disintossicazione e eliminazione dei residui che possono accumularsi nel corpo provocando la cellulite. Ottimo anche per la salute del cuore e la circolazione (una cattiva circolazione provoca la cellulite). Meglio acquistare i cereali grezzi cioè non zuccherati (i classici cereali da colazione). Potete acquistare l'avena, il germe di grano, la crusca ecc e mischiarli nello yogurt, zuppe, ecc

Banana

Fonte di potassio quindi diminuisce la ritenzione idrica, fortifica il sistema linfatico garantendo una migliore circolazione dei fluidi ed eliminazione delle impurità.

Zenzero

Una delle cause più comuni che postano alla cellulite è la cattiva circolazione e alimenti come lo zenzero aumentano il flusso del sangue aiutando a migliorare l'aspetto della pelle, inoltre aiuta l'organismo a bruciare i grassi impedendone gli accumuli.

Foglie verdi scure

Ricche in luteina un antiossidante che aiuta la pelle a trattenere turgore ed elasticità, favoriscono la circolazione e la disintossicazione.

PS: muovetevi perché l'esercizio fisico è essenziale per allontanare la cellulite e non dimenticate di bere!!
Segue ►

22 maggio 2015

Giardinaria: 23 e 24 maggio al Castello Quistini a Rovato-Franciacorta.


Giardinaria: Tante novità e spettacolari fioriture per il festival del giardino 

Le meraviglie del verde in Franciacorta   

Voi amici appassionati di giardini e piante non potete perdere quest'evento:

Giardinaria, giunta alla sua terza edizione e come sempre regalerà ai visitatori la bellezza dei fiori con più di 40 espositori del tutto il Nord Italia che riempiranno di fiori i già bellissimi giardini del Castello Quistini.

Tra l'altro i giardini di rose del Castello sono famosissimi poiché ci sono oltre 1500 varietà di specie e tutte quante le rose sono pronte per essere ammirate in questo mese di Maggio.

Durante l'evento ci saranno anche attività per grandi e piccini come la lettura di libri, spiegazione sulla coltivazione di piante anche sul balcone ecc. Troverete anche arredo da giardino, riciclo creativo per esterni, artigianato, spezie, miele e prodotti della terra e una speciale “Cucina dei fiori” curata da Scotti Ricevimenti che vi darà l’opportunità di pranzare in mezzo al verde con piatti ispirati dalla natura e dalle piante

Tra le varietà di piante proposte potrete trovare: piante acquatiche e palustri, verdura e frutta bio, Collezioni di ortensie e decorazioni floreali, erbacee perenni, Frutti antichi, fragole e frutti di bosco, Piante grasse, succulente e cactacee, Bulbi di tulipani, narcisi e iris, piante da interno che purificano l’aria, aromatiche e officinali, rose antiche, moderne e inglesi, collezioni di lavanda, piante del benessere (Goji tibetano, Asimina triloba, Jaougolan, Camelia del Tè, Schissandra chinensis, Kiwi arguta, Feijoa, Goumi del giappone, Aronia, Alkekengi), agrumi, orchidee rustiche da giardino, bonsai e tanto altro.

 Giardinaria è un evento organizzato da Associazione Florovivaisti Bresciani, che conta tra i suoi associati oltre 150 imprese florovivaistiche e di costruzione e manutenzione del verde, e da Castello Quistini, dimora storica aperta al pubblico con al suo interno un giardino botanico di rose antiche, moderne e inglesi.

Giardinaria sarà in programma Sabato 23 e Domenica 24 Maggio dalle 10,00 alle 20,00 a Rovato, in provincia di Brescia.

Portate i vostri bimbi e portate anche i vostri amici a quattro zampe perché sono graditi anche loro

Visita il sito web della manifestazione www.giardinaria.it e la pagina facebook a questo link: www.facebook.com/giardinaria.

Ingresso
Ingresso intero: 5,00€
Ingresso ridotto: 3,00€ (bambini 10-16 anni)
Ingresso gratuito: (bambini 0-10 anni)
I cani sono benvenuti
Segue ►

21 maggio 2015

Recensione: Aloe oil trattamento specifico con acido ialuronico da aloe vera.

Oggi vorrei condividere con voi questo prodotto: Aloe oli trattamento specifico. Quest'olio è ricco in ingredienti naturali ed ha diverse funzioni: combatte la secchezza della pelle, l'acne, l'invecchiamento, le irritazioni, evita la formazione di smagliature e aiuta a mascherare quelle già esistenti, migliora l'aspetto delle cicatrici ecc.

L'innovazione di questo prodotto è quella di contenere acido ialuronico derivato dall'aloe vera.



Questo prodotto mi è piaciuto tantissimo perché non lascia la pelle unta, si assorbe facilmente, effettivamente lascia la pelle più liscia e distesa (lo sto usando prima di andare a letto facendo un bel massaggio soprattutto sulle zone accanto agli occhi e bocca), non ha odori/profumi fastidiosi ed è durevole. Ottimo anche per le mani e gambe.

È un prodotto italiano dell'azienda Zuccari, contiene oli essenziali e non è testato sugli animali

L'ho comprato in parafarmacia a 9,90 euro per 50ml.



Segue ►

20 maggio 2015

SOS: Prestare soccorso ad un volatile. Il caso del gabbiano ferito


 Questo piccoletto è stato trovato ferito per strada a Sanremo, l'animale è stato vittima anche dell'indifferenza di tante persone che non si sono fermate per aiutarlo.

Molti credono che piccioni, cornacchie, corvi, gabbiani e altri volatili non siano degni di soccorso veterinario ma non è cosi... questi animali quando feriti devono essere portati alla LIPU o da qualche veterinario per ricevere soccorso e tornare nel suo ambiente. Portare un animale in salvo è un atto di umanità e di civiltà

Tra l'altro ci sono persone che si divertono a sparare o aggredire questi animali, oppure distruggono i loro nidi e/o le uova e/o i piccoli versando ad esempio sostanze tossiche nei nidi. Tormentare un animale in questo modo, ucciderli o ferirli è reato e l'imbecile in questione deve andare in carcere e pagare una bella multa.

Altra storia che si sono inventati è quella del gabbiano killer!! Non esistono animali killer, anzi esiste: l'uomo... i gabbiano e altro animali cercano di allontanare gli invasori dalle zone prossime ai nidi tutto qua. Tra l'altro molti si lamentano che i gabbiano hanno invaso le città... però pensate: alle persone piace tanto sporcare la città, buttare la mondezza ovunque, sporcare le vie ecc e poi si arrabbiano se il gabbiano (e altri) animali onnivori si avvicinano per mangiare un boccone facile.... pensate a questo prima di sporcare la vostra città.

DENUNCIATE chi maltratta questi animali perché anche loro devono essere protetti dagli Amministratori Pubblici e se vedete un animale ferito fermatevi, prendetelo con cura e portatelo alla LIPU della vostra zona o almeno dal veterinario. I volontari della LIPU sono gentilissimi, ho già portato alcuni piccioni da loro e sono stati davvero stupendi...

Quanto a quelli che odiano questi uccelli devono morire per via dei loro escrementi secondo me devono fare cosi: mettere un tappo nel loro didietro e rimanere cosi per 1 mese, tanto gli esseri superiori non producono scorie giusto?? Come se l'uomo non fosse l'animale più sporcaccione del mondo e non parlo solo dello schifo che vediamo in città ma anche dell'uso di sostanze inquinanti o letali fatto con tanta leggerezza.



Purtroppo le ferite riportate da lui erano molto gravi e quindi è stato soppresso....
Segue ►

18 maggio 2015

Olio profumato al cocco e gardenia: per capelli morbidi e profumati.


Trattasi di un olio profumato e protettivo per i capelli che profuma di estate, sole ma anche di mediterraneo o addirittura fa richiamo ai tropici....

Ricetta:

300 ml di olio di cocco
150 ml di olio di mandorle
50 ml di olio di karitè
20 petali di gardenia jasminoides (o floribunda è la stessa pianta)
1 stecca di vaniglia

In un vetro scuro inserire i petali e la stecca, quindi versare gli oli.
Lasciare macerare per i mese in posto fresco e buio e di preferenza lontano dai rumori
Girare delicatamente ogni giorno.
Quando l'aprite sentirete che l'olio è impregnato di profumo. Potete filtrare e quindi versare l'olio in un altro recipiente oppure usarlo cosi com'è.

Da questo mese fino a luglio sono i mesi in cui i petali sprigionano più profumo.
Se non trovate l'olio di karitè potete usare l'olio di jojoba o germe di grano
Passare sui capelli mentre siete sotto il sole, oppure dopo che li avete lavati passate l'olio sulle punte e un pochino sui fili (la mano appena sporca). Potete usare quest'olio anche sulla pelle.

Le donne in gravidanza devono chiedere un consiglio al proprio medico.

Segue ►

15 maggio 2015

Latte di cocco al posto del balsamo per capelli più ordinati e setosi


In questo periodo sono un po' fissata con il latte di cocco ma non in cucina ma in bagno!!

Si perché lo sto usando come un vero e proprio trattamento di bellezza per il viso, corpo e capelli e con ottimi risultato.

Ora parlando di capelli avevo visto tempo fa una ragazza americana che diceva di usare il latte di cocco al posto del balsamo ed era molto soddisfatta.

Ho deciso di provarci ed è da praticamente 1 mese che lo sto usando ad ogni lavaggio. Come shampoo sto usando shikakai diluito in acqua calda e filtrato e in più una punta di bicarbonato (per i miei capelli questa miscela va benissimo). Poi applica il latte di cocco massaggiando bene i capelli, in posa per alcuni minuti, risciacquo e ultimo risciacquo con aceto di arance e acqua.

Il risultato: capelli puliti (merito del shikakai ma vi dico che il latte di cocco è un ottimo antibatterico), e morbidissimi ma non quel morbido scivoloso tipico dai capelli coperti da siliconi o oli, ma un setoso naturale tanto che non sto nemmeno usando la crema senza risciacquo.

Solo un'osservazione: ho notato che il latte di cocco liscia i capelli, almeno da quando lo uso i miei si sono lisciati tantissimo, cioè da ondulati ora sono proprio dritti e il volume è anche diminuito e per me è un bene visto che ho tantissimi capelli.

Quindi risultati ottenuti: capelli più lisci, definiti, setosi e idratati quindi testato ed approvato senz'altro!!!

Dove acquistare: negozi etnici, indiani e supermercati forniti (negli scaffali dei dolci o dei prodotti etnici).

Ricordate: parlo del LATTE di cocco e non dell'olio di cocco.


Segue ►

14 maggio 2015

Concerto "Salvate il cane Ryan&C" Orchestra Filarmonica Santa Cecilia di Avigliana


Un Evento molto bello e speciale, un concerto di musica classica per aiutare gli animali disagiati.

Il ricavato del concerto verrà destinato alla cura e al mantenimento dei cani di Amici da Adottare Onlus. 

La quota di partecipazione è di € 15,00 per il biglietto intero, € 5 per il biglietto ridotto riservato ai minori di dodici anni. L'ingresso per i bambini sotto i sei anni è invece gratuito.


15 maggio (domani) ore 21,00
Teatro Il Mulino in Via Riba Po,9
Piossasco-TO
Segue ►

Evento di beneficienza per i gatti di Torino

Amici di Torino non perdete questo importante evento, il ricavato andrà ai gatti randagi curati dall'Associazione Sfigatte.
Segue ►

12 maggio 2015

Cancellare le macchie marroni o verdastre intorno ai rubinetti.



L'errore più comune è quello di strofinare i metalli con la varechina e peggio ancora lasciare in ammollo questo perché la varechina è un ossidante e quindi ossida i metalli tirando fuori la "melma" marrone o verdastra dipendendo dalla composizione del metallo. A lungo andare (o medio) la cromatura si danneggia irreversibilmente. Ricordiamo che la varechina è anche un potente inquinante e quindi va usata solo in casi critici li dove bisogna fare una pulizia più a fondo e non ogni giorno. Insomma meglio evitarla.

Il metodo migliore per cancellare questo tipo di macchia è strofinarla con succo di limone (meglio se caldo) e sale fino da cucina. Lasciare in ammollo per circa 15-30 minuti e risciacquare. Se non sono macchie ma croste allora lasciare in ammollo per 1 notte.

Per le pulizie giornaliere lasciate perdere la varechina e altri prodotti anticalcare molto forti poiché questi contengono acidi forti che a lungo andare intaccano il metallo. Usare semplicemente una spugna insaponata con detersivo delicato o detersivo per piatti a mano biologico o ecocompatibile e un po' di aceto o bicarbonato, strofinare e risciacquare.

Potete usare una delle nostre ricette fai da te per facilitare la vostra vita e in momenti in cui si va di fretta basta spruzzare, aspettare alcuni minuti e risciacquare.
Segue ►

09 maggio 2015

Cosmetici fai da te al latte di cocco per combattere l'invecchiamento della pelle.

Il latte di cocco non solo è nutriente, idratante, emolliente ma combatte anche l'invecchiamento della pelle poiché ricco in vitamine, minerali ed è fonte di vitamine A e E, potassio e calcio. Tra l'altro il latte di cocco aiuta a combatte/elimina le macchie scure sul viso e lo schiarisce.

Quindi per tonificare la pelle del viso usate e abusate di questo ingrediente semplice ma che possiede innumerevoli proprietà.

Latte tonificante

1 cucchiaio raso di  latte di cocco
1/4 di cucchiaino di olio di rosa mosqueta o olio di semi di vinacciolo.

Mischiare gli ingredienti e applicare sul viso facendo un bel massaggio con movimenti circolari. insistere sulle zone attorno agli occhi e bocca. Aspettare alcuni minuti e rimuovere con acqua o acqua di rose.

Maschera tonificante

Aggiungere amido di riso q.b per ottenere una crema morbida. Applicare sul viso, lasciare asciugare/indurire l'amido e risciacquare.

Potete aggiungerci del miele alle ricette.



Segue ►

Un modo diverso per spiegare che... chi abbandona un animale è un imbecille.


Chi non ha mai sentito questi commenti infelici: Tanto è solo un animale, tanto è solo un cane, tanto è solo un gatto, tanto non è un bambino, tanto chi se ne frega.....

Noi umani abbiamo deciso che soltanto la nostra razza (e meglio ancora se bianca e occidentale), abbiamo il diritto di provare dolore, paura, rabbia, stupore, disperazione.....però fatto sta che siamo l'unica specie a provare egoismo, strafottenza, malvagità, e tanta ma tanta ignoranza.....

Però pensaci... ma te....Abbandoneresti mai questo cucciolo??



Segue ►

Aiuto prevenzione filaria e parassiti. Donazione antiparassitario ai cani del Progetto Zampe Incomprese.


Cari tutti, vi chiediamo di aiutarci con la prevenzione filaria e gli antiparassitari perche' stiamo finendo cio' che avevamo a disposizione...
Cerchiamo collari scalibor, pipette advantix, cardotek x tg piccola, guardian e interceptor.
grazie dai vecchini di zampe incomprese!!!!!
Lara 3407963843 o Sara 3663151785
Pagina del progetto zampe incomprese

Scopo: dare visibilità ai cani anziani e disabili più ignorati ed incompresi, con una particolare attenzione a quelli rinchiusi nei canili del mantovano, del bresciano e del veronese.

Il fine è quello di trovare adozioni o almeno stalli che rendano la loro vita dignitosa.
Siamo un piccolissimo gruppo di volontarie sganciate da ogni logica di potere e di servilismo associativo....


Pertanto, abbiamo costantemente bisogno dell'aiuto di persone sensibili per sostenere le spese veterinarie e di mantenimento.


Vi chiediamo, quindi, di supportarci sempre nelle iniziative benefiche che organizziamo e di aiutarci a raccogliere il seguente indispensabile materiale:

- antiparassitari advantix e scalibor
- cardotek per profilassi filaria
- antibiotici
- medicinali veterinari anche appena scaduti
- vermifughi
- cibo secco e umido senior
- integratori
- traverse assorbenti

Per qualsiasi info contattare:
Sara 3663151785 o Lara 3407963843


Segue ►

Allarme bocconi avvelenati a Roma: Monteverde, Villa Pamphili e Villa Sciarra


 Sono stati trovati croccantini e polpette avvelenati per le strade del quartiere Monteverde e a Villa Pamphili. C'è qualche maniaco(i) che sta tappezzando la zona con queste porcherie.

Il povero cane della foto di nome Bo è morto ieri per avvelenamento perché ha mangiato uno di questi bocconcini avvelenati.

Se siete di zona (meglio evitare di andarci li con il cane se vivete da altre parti) fatte attenzione ai vostri cani, teneteli al guinzaglio e state attenti che loro non mangino niente che trovino per terra.

Non è la prima volta che degli imbecilli cospargono alcuni parchi di Roma con della roba avvelenata e anni fa sempre nella Riserva di Monte Mario e Tor di Quinto alcuni cani sono morti dopo aver mangiato delle polpette avvelenate, e sempre in passato gli stessi imbecilli hanno messo cartelli di minaccia contro i padroni dei cani come se i Parchi non fossero pubblici ma un loro giardino personale.

La scusa che ci siano padroni maleducati che non raccolgono gli escrementi dei cani non è una scusa per uccidere i poveri animali, anzi ad uno che la pensa cosi io gli spalmerei gli escrementi in faccia. Una multa è più che giusto ma avvelenare le bestie è un gesto da vigliacchi. E chissa quanti animali selvatici sono stati ammazzati visto che parliamo di Parchi e Riserve. Tra l'altro il veleno utilizzato era micidiale e non era solo un topicida ma roba ancora più pesante e quindi chi mi vieni da pensare: ma chi riesce ad avere accesso a dei veleni cosi potenti come la stricnina????

Ora si sta dando la caccia all'assassino(i) e secondo me una pena giusta per lei(lei)(loro) sarebbe fare la degustazione di tutti i croccantini avvelenati buttati per strada.

Segue ►

08 maggio 2015

Pentole annerite dall'acqua di cottura e come cancellare la macchia






È inutile strofinare continuamente le pentole annerite dall'acqua delle patate o della pasta perché una volta asciutta la macchia di ripresenterà.


I rimedi migliori sono questi:

Mettere circa 1/2 tazzina di caffè di aceto o 1 cucchiaino colmo di bicarbonato o soda solvay o succo di 1 limone piccolo nella pentola e quindi riempire con acqua calda. Portare all'ebollizione e lasciare raffreddare oppure lavare dopo alcune ore o il giorno dopo. Il lavaggio va fatto con altro aceto o bicarbonato+detersivo (il vostro classico o fai da te). Se la macchia è molto persistente ripetere il passo passo aggiungendo anche qualche goccia di detersivo per stoviglie a mano (non metterlo durante la bollitura ma dopo).

Per pentole molto grandi raddoppiare la dose degli ingredienti.


Segue ►

07 maggio 2015

Un cane che merita un lieto fine: appello del cuore per Pelleossa!!



Amici vi siete scordati di Pelleossa?? Abbiamo parlato di lui qui....Lui ha un urgentissimo bisogno di una casa quindi se siete di Brescia o abitate nei dintorni prendete in considerazione questo povero cagnetto che ha già sofferto davvero tanto nella sua vita

Il suo appello:

Pelleossa, abbandonato i primi di marzo dal suo infame padrone, resosi irreperibile in Argentina. 

Simil LEVRIERO anziano, cachettico, quasi cieco, con il corpo pieno di pallini da caccia, divorato dai vermi intestinali, con 3 masse tumorali che lo stavano uccidendo, abituato alle botte, seriamente depresso, ansioso e demente. 

Ritirato da Zampe Incomprese grazie all'aiuto di donatori, invece di 12 anni ne dimostrava 18, anzichè pesare 18 kg era 10... 

Ora, dopo esami, ricoveri, cure e un'operazione chirurgica molto invasiva ma necessaria alla sua sopravvivenza, sta pian piano rinascendo e cerca un padrone con la P maiuscola che lo accompagni x gli anni che gli restano. Il cancro è stato sconfitto, anche se sono fondamentali controlli trimestrali. Psichicamente sta meglio, anche se una casa dove possa sentirsi veramente amato farebbe una differenza enorme x lui. 


Pelleossa rimane un cagnetto fragile e dagli occhi quasi sempre tristi: il ricordo del tradimento è ancora troppo pesante x lui. Buonissimo e molto affettuoso con gli esseri umani e con le cagnette, può convivere anche con i maschietti non dominanti e probabilmente anche con i gatti. Taglia media contenuta. 

 Cerca una cesta morbida dove fare tanti sonnellini, pappa adeguata cucinata in modo casalingo, una casa con un giardinetto dove poter uscire a far pipì ogni 3 ore o con qualcuno che lo possa portare a fare brevi e frequenti giretti, che lui ama tanto. 

Comunque, di notte o anche durante il giorno, può indossare il pannolone, così non ci sono problemi di uscite è un'anima pura che cerca un cuore che possa battere all'unisono con il suo. Ha bisogno di molte rassicurazioni, coccole e protezione, che lui cerca spingendoti con il musino o mettendosi in mezzo alle tue gambe o sotto il tuo braccio. La sua tenerezza spacca il cuore. 

LA SUA ADOZIONE E' URGENTISSIMA PER IL SUO EQUILIBRIO EMOTIVO. Adottabile preferibilmente a Brescia e città limitrofe, al fine di permettere un inserimento graduale in famiglia. LARA 3407963843 o Progetto Zampe Incomprese su facebook

Segue ►

Progetto ciotole piene, pance felici: raccolta alimentare permanente per i rifugi


Alcuni volontari del Veneto e del Friuli hanno avuto un'idea fantastica: creare una specie di banco alimentari per i rifugi bisognosi di tutto il territorio.
Sapiamo che in molte zone d'Italia e soprattutto nel Sud molti amministratori pubblici/politici si lavano le mani e per molti di loro dare da mangiare ai randagi, sterilizzarli, curarli e mantenere i canili non fa proprio parte dalle loro priorità anzi, e le consequente di questa cattiva politica/amministrazione sono disastrose: animali buttati per strada e spesso molti di questi poveretti sono anche malati, animali soggetti ai maltrattamenti di tanti imbecilli che non avendo uno scopo nella vita si divertono maltrattando i poveri randagi, volontari seri che non sanno più come curare gli animali e alcuni addirittura pur di non vederli morire li postano a casa anche senza poterlo, persone senza scrupoli che si fingono volontari ma in realtà usufruiscono di certe situazioni orribili per guadagnarci sulla pelle dei poveri randagi e via dicendo.

Progetti come questi cioè la creazione del banco alimentare è di grande aiuto a queste strutture che non possono contarci con l'aiuto dei Comuni, Regione ecc ma almeno possono contarci con le donazioni di tanti cittadini. Chi non vuole donare soldi può offrire cibo, medicinali e antiparassitari.

Questo è il loro appello e la loro pagina per maggiori informazioni la troverete alla fine del testo

Ciotole Piene, Pance Felici
Colletta alimentare permanente pro rifugi e canili/gattili in emergenza .
Raccogliamo cibo per cani e gatti che inviamo a strutture e volontari che sono in emergenza se non addirittura al collasso.

Raccogliamo le emergenze e le segnalazioni da chi vuole partecipare .
La nostra idea è quella di creare un circuito di persone attente ai bisogni senza però chiedere del denaro , lasciandole però libere di partecipare anche con donazioni in forma privata . Se ognuno di noi quando va a fare la spesa compera una scatoletta , un pacco di riso o di crocchette , anche se non ha un animale da compagnia in casa , crea un circuito di scorte tale da poter essere spedito a chi ne ha bisogno .

Il punto di raccolta x Venezia è a Castello 1215 , corte Ca' Sarasina , presso Katia Zecchin e Gros Luisa Miriam Cavalieri , Nicoletta Busetto presso La zampetta , via Garibaldi -Venezia
Per il lido potete contattare: Rosy Donatini.
Per la zona di Jesolo: Vanessa Melinda Lombardi
Vanessa Lombardi
Via Piave Nuovo, 17
30016 Jesolo Ve
Tel. 340.6423544
Mail: vanylo@hotmail.it

Per il Friuli
Cerchium Vitae
di Cinzia Visentin
Via Stadio, 2/B
33074 Nave di Fontanafredda PN
Tel. 349.2879089
Mail. cinzia@cerchiumvitae.it

Invitate i vostri amici a fare del bene , vi assicuro che una scatoletta per noi è poca cosa , per una pancina vuota da giorni fa la differenza .
Grazie a tutti !


PAGINA WEB Ciotole piene pance felici
Segue ►