AGGIORNAMENTO PAGINE: 17/04 Appuntamenti; 17/04 Stampabili; 13/04 BAUMIAO Anziani; 11/04 Adozione; 03/04 Appuntamenti; 05/03 BAUMIAO Anziani;08/01 Macchie; 20/12 Solidarietà

giovedì 17 aprile 2014

Il grande cambio: il cambio di pannolini da guinness ad Avigliana


Quando i bebè sono capaci di battere il Guinness dei Primati... si e accadrà in Italia e di preciso ad Avigliana in Piemonte.

L'idea è questa: il record del Guinness dei Primati di cambio in simultanea mondiale di pannolino lavabile e quindi ci saranno tante mamme e papà impegnati a cambiare il pannolino dei loro pargoli usando pannolini lavabili.

Oltre al Guinness questo gesto ha lo scopo di cambiare le mentalità del consumismo e dell'usa e getta che produce più spazzatura e più oneri per il trattamento dei rifiuti.

Comunque praticamente ci sarà un cambio di pannolini a livello globale (altro che cavoli!!) e l'evento "Grande Cambio" che avrà luogo il 26 aprile alle ore 11 avverrà anche in altre sedi dislocate in oltre 20 Paesi con una quantità industriale di bimbi cambiati in contemporanea.

Come costruire il vostro personale "patrimonio minimo di sopravvivenza" con il metodo dei 10%


(AGGIORNAMENTO: alcuni di voi m'avete scritto che avete avuto qualche difficoltà per usare la tabella perché era riempita con i valori di esempio che avevo usato e con le formule. Avevo dato per scontato il fatto che non tutti sono abituati ad usare l'Excel quindi ho rifatto la tabella e ho messo dei commenti (potete vederli quando passate il mouse sulle celle) per aiutarvi ad utilizzarla. Non ho risposto i vostri commenti perché ho preferito rispondere qui sul post per tutti quanti.)

Esistono alcune premesse nel mondo delle finanze però una di queste è unanime: mettere da parte il 10% dello stipendio (o dei rendimenti) in un conto risparmio o libretto dei risparmi. In questo modo avete dei soldi per i momenti di emergenza: licenziamento, malattia ecc, oppure potete usarli per comperare un bene o mandare i figli all'università.

Quindi lo scopo di questo metodo dei 10% non è il risparmio di per sé ma una fondo risparmio dedicato alle situazioni di emergenza o acquisto di beni importanti (patrimonio minimo di sopravvivenza), quindi non va usato ad esempio per le vacanze, per comprare dei vestiti o per acquistare dei cosmetici. Quindi potete usare questo e anche altri metodi per il risparmio contemporaneamente.

Preparare dei deodoranti per lavastoviglie fai da te.


Per deodorare di fresco la lavastoviglie avete bisogno di un panno magico, 3 limoni e olio essenziale di cedro.

Il panno magico è quel panno che ha un grande capacità di assorbire i liquidi e sembra più che un panno una specie di gomma morbida. Potete trovarlo nei negozi di casalinghi.

Per preparare il deodorante per lavastoviglie dovete prendere il panno e fare diversi quadratini di 5cmX5cm circa, quindi prendete una ciotola di plastica, posizionate i quadratini e copriteli con acqua di preferenza demineralizzata. Aggiungere il succo dei 3 limoni filtrati e 10 gocce di OE di cedro (potete usarne altri come bergamotto, lavanda, pino, eucalipto, arancio ecc) oppure un mix come ad esempio cedro+bergamotto.

Macchia di deodorante su vestiti neri/scuri



Preparare una cremina fatta con acqua e bicarbonato e strofinare la macchia usando uno spazzolino per i denti o spazzola per le unghie
Lasciare in posa per 15 minuti
Spruzzare la macchia con aceto bianco o di mele (aceto sul bicarbonato) e mentre "frigge" strofinate con lo spazzolino da denti. Posa per 10 minuti.
Mettere il vestito in lavatrice con il vostro detersivo+un po' di sale grosso oppure lavare a mano con sapone di marsiglia o sapone di aleppo.

Un consigli: prima di lavare un qualunque vestito scuro/nero a mano prima di tutto immergetelo in una bacinella con acqua fredda e abbondante sale fino da cucina (1 manciata per 1/2 secchio d'acqua).

mercoledì 16 aprile 2014

La giornata degli angoletti e del sotto: per mantenere sempre pulite le zone che tendono ad essere trascurate.


A volte per colpa della mancanza di tempo e per via di altri impegni puliamo il minimo indispensabile per garantire la pulizia della casa e degli ambienti però gli angoli e la zona sotto i mobili vengono penalizzati.

Cosa sono gli angoli? Quelli angoletti magari dove accumuliamo un po' di cose: scatole, scarpe, oggetti e via dicendo e quindi si accumula la polvere. Quante volte avete pensato: "devo pulire quell'angoletto della camera o della cucina, oppure sotto i mobili della cucina" però dopo le pulizie ecco che rimane cosi com'è. 

Per evitare la procrastinazione è bene scegliere un giorno del mese per pulire soltanto gli angoletti. 

Potete iniziare degli angoletti della camera spostando tutti gli oggetti, mobili e scatole e quindi pulire tutta quella zona: pavimento, battiscopa, oggetti, mobili ecc. E dopo le pulizie cercate un modo per ordinare bene le cose, magari meglio di prima e buttare tutto quello che non è necessario e serve solo per creare polvere.

martedì 15 aprile 2014

Hennè il ritorno: Operazione in due tappe: hennè rosso e quindi il nero.



Ecco la mia seconda esperienza con l'hennè e la mia guida imperfetta del hennè (racconta più che altro i miei poveri pasticci)...

Per chi non ha letto il post anteriore sul hennè la cosa è andata cosi: ho usato l’hennè di shiraz castano: bel colore, caldo ma i bianchi o sono rimasti bianchi o erano di un colore biondino molto chiaro. Poi ho letto in giro che per colorare i capelli bianchi con l’hennè ma di un colore diverso del rosso sarebbe necessario usare il henné rosso e quindi il nero, rispettivamente lawsonia e indigo.

Ero convinta di farci un salto al negozio per comprare l’hennè Zarqa che mi ha consigliato una lettrice e anche il khadi nero che dicono sia molto buono... Però giravo per caso li all'auchan e ho visto l’hennè Forsan rosso egiziano ad un prezzo niente male: 3 euro e 80. Non sono riuscita a resistere al prezzo e zact l'ho preso. Il nero non c'era.

Poi a casa con comodo ho preparato l’hennè e per cercare di "smorzare" il rosso ho messo un po' di amla e tè nero nell'impasto e l'impasto era tra il verde e il rosso.

lunedì 14 aprile 2014

Come organizzare la routine lavorativa: consigli per rendere di più


A volte quando parliamo di ordine, organizzazione del tempo sia a casa che al lavoro possiamo domandarci? Ma questo cosa c'entra con l'ecologia. Noi possiamo vedere l'ecologia come un semplice contatto uomo natura e basta, però esiste anche l'ecologia sociale ovvero sia il benessere dell'uomo nel suo ambiente.

Il rapporto con la natura è importante però l'essere umano è complesso e un lavoro insoddisfacente spesso reso impossibile per una mancanza di capacità organizzativa (quando il lavoro ci soffoca), o una casa perennemente disordinata ci porta allo stress e alla depressione, invece quando le cose scorrono in modo fluido (la casa funziona e la routine a lavoro pure) anche il nostro stato d'animo funziona. Inoltre se la vostra vita sia a casa che al lavoro è incasinata impiegate più tempo per realizzate tutto e quindi non si ha mai il tempo per dedicarsi allo sport o agli hobby, anzi ingrassiamo pure perché uno poi cerca compensazione con il cibo.

A volte noi (e questo a volte dipende anche da un fattore culturale) siamo più portati al "filosofeggiare" che al fare. Molti guardano il pragmatismo come una cosa banale rispetto alle attività più nobili come il pensare, però ragazzi diciamolo seriamente, filosofare sul''aria fritta e non mettere delle idee in pratica non porta da nessuna parte, ci vuole un po' di pragmatismo nella vita (un bel po') altrimenti ci ritroviamo in un buco nero dal quale non si esce più. La praticità rende la vita più facile e molte cose di risolvono da sole se si ha una buona routine per le nostre giornate.

Quindi mettendo in azione queste idee per il nostro ambiente di lavoro andiamo al sodo:

Inizio della giornata:

Il metodo delle pulizie a zone: alla fine del mese la casa sarà perfetta.


Esistono alcuni metodo di organizzazione per le faccende domestiche davvero molto utile, soprattutto per le donne lavoratrici che a volte non sanno proprio come fare per avere una casa ordinata e pulita visto per via della mancanza di tempo. Infatti quando la casa raggiunge un certo grado di disordine (e questo è valido per la vita in generale), farla tornare pulita ed invitante è ancora più difficile per farla breve disordine attrae disordine.

Un metodo valido è il metodo delle pulizie a zone. In pratica la casa andrebbe divisa in 5 zone:

Zona 1: ingresso, area esterna, zona pranzo/cena
Zona 2: cucina
Zona 3: bagno, camere
Zona 4: camera matrimoniale
Zona 5: salone/salotto

domenica 13 aprile 2014

Una petizione per difendere i cavalli delle botticelle romane


Invito a tutti e soprattutto ai cittadini romani di firmare la petizione della LAV contro lo sfruttamento crudele dei cavalli nel Centro di Roma ovvero le “botticelle”

Gli animali sono costretti a lavorare e in un contesto urbano pericoloso per via del traffico intenso, i forti rumori e la pavimentazione davvero tremenda del centro di Roma.

Numerosi sono stati gli incidenti per le condizioni sopra descritte, incidenti che in alcuni casi hanno causato il ferimento se non la morte del cavallo e poi d'estate questi poveri animali vivono l'inferno vero.

Per firmare clicca QUI



TRINKSPRUCH!! Quando la bionda ti rende bella.....



Bier macht schön!!!

Si amiche (e amici) parliamo della birra, ma non dovete berla (almeno per gli scopi che state per leggere). Voglio dire che questa famosa bevanda è una mano santa per i nostri capelli: contiene biotina che combatte la fosfora e la caduta dei capelli; contiene silicio che rinforza i capelli; contiene proteine quindi protegge lo spessore dei capelli e la rottura; contiene maltosio e saccarosio che lucidano la chioma.

Come usare:

Modo veloce:

Riscaldare la birra a bagno maria per far evaporare l'alcol
Lavare i capelli normalmente con i vostri  shampoo e balsamo
Bagnare i capelli con la birra e massaggiare bene
Risciacquare.

Pre shampoo:

Mischiare birra+olio vegetale (oliva, lino, argan, sesamo, cocco, macadamia, vinaccioli, jojoba e via dicendo, potete scegliere 1 o un mix).
Massaggiare bene i capelli e lavare con i vostri shampoo e balsamo

La birra scura è più ricca di sostanze nutrienti però se siete biondine scegliete la birra chiara.




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...